Pubblicato il Lascia un commento

La bellezza sta nella semplicità..

..Ebbene, non pensavo che avrei mai titolato un mio articolo così: sono sempre stata alla ricerca di quella cosa in più da aggiungere, di quel dettaglio che certamente avrebbe fatto la differenza (ma poi spesso me ne accorgevo solo io)..

Ciao a tutti!

La premessa che leggete qui sopra l’ho davvero scritta io e, siccome forse nemmeno io ci stavo credendo così tanto, ho dovuto imprimerla lì, all’inizio, come apertura, la prima cosa che si legge aprendo il post.

Il motivo di tanto stupore è che io  sono riuscita a creare delle card con davvero pochi elementi, me lo sono dovuta imporre, ma mi è sembrata la giusta occasione per mettermi alla prova: no virtuosismi per la colorazione, una plancia di timbri e un pad di carte 15×15, una forbicina, un righello e una matita, niente fustelle, niente taglierina, pochi fronzoli.

Questa è la ricetta del post di oggi. Dopo un lungo periodo di inattività sono tornata a casa e, nel momento in cui ho preso in mano gli schizzi che mi ero fatta prima dell’estate, le cose che mi ero prefissata di fare e il materiale che avevo già preparato nulla mi piaceva come prima: avevo bisogno di qualcosa di nuovo!

L’ispirazione la trovo in diversi modi: bacheche Facebook, Instagram, Pinterest, gruppi vari, natura, pubblicità.. Alla ricerca di quello di cui avevo bisogno ho constatato due cose: stavo concentrando la mia attenzione solo su card clean and simple, c’è la credenza (un tempo anche mia), specialmente di chi è alle prime armi, che senza un mucchio di strumenti e materiali non si può creare nulla di interessante.

Ora, posso dire che sono piuttosto soddisfatta di quello che sono riuscita a creare superando i limiti che spesso, erroneamente, mi pongo.. Sicuramente devo fare pratica ma, quello che ho imparato di più importante da questo rientro è che un cambio di rotta era tutto ciò di cui avevo bisogno.

E’ vero, nello scorso post, vi dicevo che non avevo nessun destinatario per la card, e neanche questa volta ce l’ho, ma tutto torna utile prima o poi! No? E poi, potevo non provare la barchetta?

Io spero che ti siano piaciute

Grazie per essere passato di qui

 

 

Sara

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *