Pubblicato il

A metà strada … tra una tag ed un segnalibro

Avviso ai naviganti… post ad alto contenuto di sperimentazioni!!! Devo fare costantemente i conti con il tempo, così come devo fare costantemente i conti con questo mio bisogno di contaminare e di sperimentare, e quello che vi mostro oggi è il risultato di una serie di cose che avevo bisogno di testare.  Ho utilizzato un foglio del pad Italian Scrapper Pride 2019, che praticamente era già lavorato: ho solo aggiunto degli schizzi di inchiostro nero e qualche fiorellino.

 

Vi consiglio di non perdervi il process video di questa tag… vi parlerò di come ho foilizzato un pezzo di acetato, senza alcun attrezzo particolare se non un giocattolino comprato da lidl in tempi non sospetti. Sono un’accumulatrice seriale di materiali creativi… 😅… sapevatelo!!!

Ho voluto anche provare la resa dei colori per vetro su diversi supporti, e nello specifico acetato e vellum… e se la devo dire tutta ho spennellato anche la carta… ma il risultato non mi è piaciuto, per cui no ai colori per il vetro sulla carta… ma per tutto il resto un gran pollicione su.

Alla fine ho deciso di mettere in forma tutti i materiali su cui ho lavorato ed ho creato una tag segnalibro, di quelle comode comode che ti permettono subito di ritrovare la pagina di lettura, e vi dirò il risultato mi piace tantissimo!!! Praticamente i due pezzi si fissano sulla pagina come una clip, ed una parte della tag rimane ben visibile anche a libro chiuso, ed essendo il primo pezzo realizzato in acetato, il segnalibro non tende a rovinarsi… a volte le idee geniali nascono dal caso o dal caos… dipende dai punti di vista 😊😊😊.

Ho finalmente anche provato questa polverina che da un tocco di velluto e credo proprio che me la vedrete usare abbastanza spesso… mi piacciono anche le sensazioni tattili nei lavori di scrapbooking.

alla prossima

antonella

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *