Pubblicato il

Un Lo di Sovrapposizioni

Se c’è una cosa che vado predicando fino allo sfinimento è che adagiarsi nelle proprie comfort zone sia un pò una morte creativa, ma sopratutto ci toglie la possibilità di scoprire cose di cui prima ignoravamo l’esistenza e cose che ci potrebbero proprio piacere ehhh. La mia comfort zone lo confesso è l’uso dei die cut 😅. Perciò sfidando me stessa, in questo layout ho deciso di lavorare solo con colori, pattern, un file cut (quello delle cornici che potete scaricare gratuitamente qui) e i timbri.

La tentazione è stata forte credetemi, ma io più di lei. Purtroppo di questo lavoro non ci sarà il video process .. ehhh come dire … un piccolo incidente di percorso, ero convinta di aver avviato la registrazione ma la cosa non è andata proprio cosi. Anyway, provo a descrivervi i vari passaggi. Ho fatto delle pennellate con l’oxide worn lipstick sul bazzil bianco, seguendo l’andamento dei fili delle cornici, per avere cosi una sorta di sovrapposizione nel momento in cui al bazzil avrei aggiunto il foglio di vellum e poi il cut file. Ho lavorato i pezzi di pattern ottenuti dal cut file, in modo da dargli un pò di tridimensionalità. Ho timbrato qua e la, spruzzato un po di macchie gialle. In seguito ho rifilato le foto per poterle inserire in ogni singola cornice ed ho spessorato i due elementi.

Prima di incollare tutto hp fatto delle timbrate di sfondo sul vellum. Da una pattern ho poi ricavato le parole che descrivessero al meglio i sentimenti legati a queste foto, li ho tagliati e li ho adagiati sui due fili.

Ho disegnato la parola “noi” con una matita e con la pasta piombo ed i colori per il vetro ho fatto il resto. Qualche tocco di penna gel bianca che sul colore per il vetro viene fuori alla grandissima e poi via di cuciture… Altro limite superato… il ROSA!!!!! ma la cosa imbarazzante è che utilizzarlo mi è pure piaciuto un sacco 😊😊😊. Perciò non abbiate mai paura di utilizzare cose che non sentite nelle vostre corde, ma buttatevi che è morbido.

alla prossima

antonella

MATERIALI UTILIZZATI: 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *