Pubblicato il

ATC mon Amour

Inizio il mese con una novità. La novità è che il progetto che vi propongo è una cosa assolutamente nuova per me. Mi sono cimentata con dei nuovi colori in polvere e quindi adesso sono in fissa con i Color Burst. Li sto usando moltissimo e spero di contagiare anche le mie amiche/socie del DT.

Con questi colori si possono realizzare degli sfondi bellissimi che possono essere utilizzati in vari modi. A me hanno ispirato per creare delle ATC perchè era davvero tanto che le avevo nella mia “TO DO LIST”. Ora credo di essere entrata totalmente nel tunnel e ringrazio la mia sister Stefy; infatti è lei l’esperta!

L’acronimo ATC significa Artistic Trading Card. Sono delle carte collezionabili e scambiabili e si ritiene che la loro diffusione sia dovuta ad un’artista svizzero, il quale, ispirandosi alle figurine sportive (dalle quali deriva anche la dimensione delle ATC), creò delle piccole opere d’arte e fece una mostra dove propose ai visitatori di prenderne una, ma in cambio dovevano crearne un’altra. Esistono molti gruppi dove si realizzano le Atc con possibilità di scambio tra i partecipanti. Solitamente si creano dalle 2 alle 5 Card (ma nessuno vieta di farne millemila); la prima rimane all’autore e le altre sono scambiabili.

Possono essere realizzate con qualunque materiale ma devono avere dei vincoli; innanzitutto la dimensione che deve essere di 3,5 x 2,5 (pollici) o 64 x 89 mm., inoltre sul retro delle ATC vanno riportate alcune informazioni come: – il nome dell’autore, – un eventuale contatto, – il titolo dell’opera, – data della creazione, – nr dell’ATC (nr. di edizione o di serie: 1/5, 2/5, …). Il termine edizione indica un gruppo di ATC uguali, mentre ATC diverse ma relative allo stesso tema costituiscono una serie. Le mie corrispondono ad un’edizione di 3.

Adesso vi lascio alle immagini e vi aspetto sul canale di Youtube di ceative Studio per il video tutorial.

Eleonora

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *