Pubblicato il

Flowers in frame

Ciao a tutti e ben ritrovati, sono riuscita e metter mano alla nuova collezione Sky Blue di Creative Studio. Che meraviglia!! Anche se per me è il secondo anno in qualità di DT per Creative Studio, mi sembra come se fossi al primo giorno di scuola, emozionata come una bambina. Quella che si è presentata per me è una nuova sfida, realizzare video e video tutorial …davvero difficile pensarlo fino a pochi mesi fa. Inoltre mi si è affiancato un team da tremeralla alle gambe! In ordine sparso… Eleonora che ci stupirà con il suo saper fare, che incontra la sua vasta esperienza professionale e creativa, che dire la adoro! E Cinzia che con i suoi colori e il suo accento un po’ meridionale riesce sempre a far comparire un sorriso sul mio viso. Insomma una squadra davvero fantastica.

Bhe ho parlato del DT perchè questa card è dedicata a loro e sopratutto a me che spesso mi dimentico che sono io a scegliere cosa voglio essere…e voglio scegliere di brillare, non mi interessa se intorno a me c’è buon o chi spegne la luce! Un augurio personale per me, e per chi vorrà condividerlo per questo 2019 alle porte.

Una card dove a farla da protagonista sono le carte pattern, perchè con pochissimi accorgimenti si possono creare piccole meraviglie. In fondo al post troverete anche il video tutorial che vi spiegherà passo passo come ho realizzato la card.

La mia fissa per le cornici e per le shaker si è fatta sentire e anche questa volta con l’utilizzo del tulle ho realizzato una shaker come elemento centrale e protagonista. La cornice embossata in argento fa parte della nuova release.

Mi piaceva l’idea di dare risalto al lavoro utilizzando una base di bazzill bianco, che ho poi schizzato con il distress oxide “faded jeans”.

In per riempire un po’ la card ma senza appesantirla di colore, ho utilizzato della garza sterile tagliata a misura e stropicciata con le mani. In un secondo momento ho scelto dalla plancia di timbri “mai una gioia” il sentiment che meglio rappresentasse il mio pensiero “scegli di brillare”.

Spero vi sia piaciuta e possa essere di ispirazione per i vostri lavori futuri.

A presto

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:

Pubblicato il

Una calzetta speciale

Ciao a tutti e ben ritrovati sul blog di Creative Studio, buon anno!! Avete passato bene le feste? …oggi è Epifania e il detto vuole che le feste porta via, quindi ho realizzato un ultimo progettino dal sapore festoso per poi passare ai nuovissimi prodotti dello shop, li avete visti? sono troppo wow, li potete trovare QUI.

Il mio Thomas ieri ha posizionato la sua nuova calzetta personalizzata sotto l’albero insieme ai viveri per la befana, una vecchina dal naso lungo che volando sul manico di una scopa porta i dolci ai bimbi bravi, che bella questa magia, ogni tanto gli dico che se non fa il bravo chiamo la befana, un giorno mi sono sentita rispondere che io non avevo il suo numero e che non potevo conoscerla, sorridendo ho detto “certo che la conosco, e quando sarai grande probabilmente la conoscerai anche tu!!”  Spero tanto che riguardando le cose che ho realizzato per lui, possa ricordare di questi magici momenti che ho provato a fermare nel tempo.

Ma ora veniamo al progetto altrimenti divento troppo malinconica.

Ho pensato alla vecchia vestita di tessuti strappati e consumati, un po’ come un patchwork che appunto significa “lavoro con le pezze” e quali miglior pezze se non tutti i ritagli di carta che abbiamo nei cassetti? Eh si proprio gli avanzi dei vostri lavori possono diventare qualcosa, in questo caso una dolce calzetta per il mio Thomas.

Ovviamente porsonalizzata e con una foto ben identificativa, perchè la befana deve sapere bene con chi ha a che fare, la faccia la dice lunga! 

Per realizzare questa calzetta speciale ho ritagliato die forme, una su carta bazzill e una su carta vellum, così da creare l’effetto vedo non vedo delle classiche calze che si trovano in commercio già pronte, poi con l’aiuto di una terza sagoma realizzata con carta da recupero, ho diviso la calza in sezioni, queste sezioni sono state ritagliate e riportate su carta pattern, cucendo i vari lati e rovinando la carta sul bordo si è creato l’effetto stoffa rovinata che avevo in mente.

I vari ritagli di carta sono stati attaccati alla base con un punto di colla solo al centro. Ho unito inoltre la base di bazzill bianco e il vellum con un punto a zig zag.

La lettera “T” invece è stata creata con l’aiuto della silhouette, ritagliata tante volte su carta da riciclo bianca, e poi su carta pattern. Le parti di riciclo una volta incollate tra loro sono state colorate ai bordi con un colore a tempera rosso perlato, una volta asciugato è stata incollata sul fronte e sul retro la pattern, effettuato il foro con la crop a dile ho realizzato qualche decorazione vicino alla foto.

E con questo primo progetto targato 2019 non mi resta che salutarvi.

A presto

Francesca

Pubblicato il

Lettere dal polo nord

Bene bene, ed eccoci qui a pochissimi giorni dal tanto atteso Natale! Qualche giorno fa parlavo con una mia amica di quanto mi piacerebbe rivivere il Natale con la spensieratezza dei bambini, scrivendo la letterina a Babbo Natale invece di inviare un link di acquisto a mio marito, di andare alla ricerca dei regali per casa invece di doverli nascondere con pessime riuscite, di mettere latte, biscotti e carote sotto l’albero invece di doverli mangiare! …ecco vorrei un Natale senza stress, invece credo che anche se iniziassi tipo a giugno a prepararmi per questa festa, non sarei comunque pronta! Ma forse quest’anno qualcosa per me, che sono un po’ come lo “scarparo” che va via con le scarpe rotte, riuscirò ad avere! Chiudi pacco hand made! …e passa la paura.

Si tratta di piccole bustine realizzate con la mini envelope punch board della We R memory keepers, a cui ho aggiunto un buffo orsetto che spunta da dentro per portare l’augurio, direttamente dal Polo Nord.

Per realizzare le bustine ho utilizzato la collezione di carte di Natale nel Cuore, ritagliando un quadrato di 3 pollici e 1/8, ho poi “cordonato” e “punchato” a 1 pollice e 3/4 ma solo nei due lati opposti in modo da far venire la bustina rettangolare. Per il timbro ho utilizzato della carta liscia, adatta alla colorazione a matita, timbrato con archival ink e colorato con le prisma color solo nella parte alta dello stampo. Ho poi ritagliato con le forbici di precisione lasciando circa 1 mm di bordo bianco su tutto il contorno del timbro. All’interno ho messo un bigliettino piegato per scrivere i miei auguri.

Più tempo per descriverli che per farli, quindi se siete ritardatari come me siete ancora in tempo per fare la vostra bella figura.

Non mi resta che augurarvi Buon Natale e Buone feste, sperando che sotto l’albero ci sia ciò che più desiderate.

Un abbraccio

Francesca 

PRODOTTI UTILIZZATI:
Pubblicato il

Condividi la magia 2.0

Buongiorno a tutti e ben ritrovati, ormai è dicembre e non si può più tornare indietro, inizia il conto dei giorni che ci separano dal Natale, che poi il bello di questa festa è l’attesa, la preparazione dei regali, dell’albero, della tavola per le varie cene e infine delle cards che accompagneranno i nostri migliori auguri. Quando ero piccola mi ricordo che cercavo i regali nascosti per casa come un segugio….non mi sfuggiva nulla, ed ero bravissima ad aprire un lembo del pacchetto per poi ricomporlo esattamente com’era. Mamma non si è mai accorta!! Ora che sono grande cerco di fare la brava e aspetto pazientemente il mio turno per scartare i regali, anche perché, a casa mia ora si è adottata una strategia, che chiamerei “strategia di condivisione”. Per la mia famiglia la vigilia rappresenta il giorno più importante di queste feste e ci troviamo da mamma e papà per cena, una cena tipicamente campana come le origini di mia madre. I regali vengono aperti a turno in tarda serata , ognuno ne apre uno solo per volta e poi tocca al vicino di tavola apritene uno è così via via fino a terminare di aprirli tutti. E questa card nasce proprio dalla riflessione su questo nostro modo di condividere la magia.

Una card nata da un esperimento, che stava riuscendo male, ma che ha trovato la sua strada prima di poter finire nel bidone della carta. Ho utilizzato i nuovi clear della collezione natalizia di Creative Studio, sovrapponendoli con la tecnica del masking. 

Avevo iniziato a colorare il tutto con i distress, poi qualcosa è andato come non volevo e stavo per buttare il tutto, ma non ho fatto subito questa azione, ho appoggiato il tutto sul tavolo per decantare. Poi ho preso in mano una banalissima matita da disegno e ho iniziato a fare delle ombre sul timbro per capire come avrei dovuto colorarlo successivamente dopo aver rifatto il tutto, insomma una specie di foglio di brutta….ma poi pian piano mi sembrava sempre più bella. Ecco che anche loro hanno trovato il loro posto nella magia del Natale.

Spero di essere riuscita a condividere un po’ della mia magia del Natale anche con voi.

A presto

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:
Pubblicato il

Condividi la magia

Buona domenica a tutti, oggi sono io a tenervi compagnia con il mio progetto. Questa card è nata veloce veloce perché doveva passare il corriere a ritirare il tutto, una lotta contro il tempo…peccato che non sia passato prima, me la sarei tenuta volentieri questa card! Ma è nata per te, si si per te che stai leggendo e che hai deciso di condividere la tua magia con me.

La card nasce dalla combo di due bellissimi timbri natalizi, uno della collezione natalizia dell’anno scorso e uno della collezione di quest’anno…e direi che si sposano perfettamente…voi che dite?

Come al solito mi sono divertita a ritagliare i timbri dopo averli colorati con distress e matite prisma color. Ho applicato dello biadesivo spessorato per dare quell’affetto di profondità che tanto. La base della card è un quadrato di foglio bazzill kraft precedentemente schizzato con della tempera bianca. Il timbro “Cattura la magia” è stato timbrato direttamente su kraft e in un secondo momento ho riempito la scritta “cattura” con la penna gel bianca con cui ho accentuato dei punti di luci.

Il timbro dei dettagli natalizi appesa, prevedeva il filo sul pacco regalo e sulla pigna/pallina, ma l’ho voluto enfatizzare applicando un vero e proprio cordoncino con tanto di fiocco, cos’ come ho fatto per il pon pon del cappello che è stato realizzato a mano della giusta grandezza.

Non mi resta che salutarvi e auguravi di condividere sempre la magia con le persone a cui volete bene!

A presto

Francesca

 

 

Pubblicato il

Chiudipacco speciali

Ciao a tutti e ben ritrovati! Quest’anno a differenza degli altri anni mi trovo in anticipo sulla produzione natalizia, nonostante non sia ancora arrivato l’autunno…lol!

Quest’anno il mio primo pensiero è andato alla mia mamma, che ogni anno qualche ora prima mi domanda nel suo dialetto meridionale “ten cacc bigliettin pront?” (“hai qualche bigliettino pronto?”)… ovviamente la mia risposta a poche ore è sempre “mamma, ma ora me lo dici?”, così ho evitato il problema a monte realizzando subito qualcosa lei.

L’idea nasce dalla rivisitazione di una stationery box che non è altro che una specie di kit pronto con bigliettini, card, tag chiudipacco, il tutto ovviamente fatto a mano. La mia rivisitazione infatti è una rivisitazione scrap di questa bella idea, ovvero delle tag chiudipacco personalizzate.

Personalizzate perchè la foto indicherà perfettamente a chi è destinato il regalo ….possiamo anche definirlo nel mio caso una tag boomerang visto che rimarrà a me! <3 

Non sono sicura se mamma si vorrà disfare di queste tag, pensarà bene di tenerle visto che ci sono le foto delle sue adorate figlie, nipoti e generi …che meraviglia la famiglia!

Le carte di CreativeStudio erano così belle e luminose che il tutto è venuto molto naturale e divertente.

Non mi resta che salutarvi e lasciarvi al dettaglio delle tag…

 

 

A presto

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

Pubblicato il

Vivi la vita che sogni

Ciao a tutti e ben ritrovati, qui in Veneto l’autunno fatica ad arrivare, ma essendo una delle mie stagioni preferite, non posso che aspettarla con ansia e renderle omaggio con un progetto scrap. La cosa che più mi piace dell’autunno sono i colori, le infinite sfumature che hanno le foglie degli alberi, dal giallo al rosso passando per il senape, il terra di siena, insomma un tripudio di colori caldi.

Il progetto che vi mostro oggi è nato nel momento in cui ho ricevuto la foto, per chi ha seguito i miei precedenti post, questa foto è di Tommaso, il piccolo viaggiatore della mia amica Paola. Mi ha mandato questa foto che è una delle tante fante in uno shooting fotografico nei primi 14 giorni di vita… Io lo adoro, lui è bellissimo, immerso nel suo sonno profondo e nei suoi sogni da neonato.

Ormai l’idea di ritagliare il soggetto delle foto è una pratica che troppo mi piace, si focalizza su tutto ciò che è importante vedere. Me lo ero immaginato proprio così, un orsetto con le orecchiette di lana, adagiato su una culla di foglie autunnali.

Di CreativeStudio ho utilizzato la plancia di timbri con le foglie, timbrate con archival ink caffè su bazzill kraft ho poi creato macchie di colore con i distress “candied apple” e “spiced marmalade”. Altre foglie invece sono state ricavate da una carta journaling che trovate a fine post tra i materiali utilizzati. Infine delle foglie fustellate che ho sempre colorato con i distress.

Il cartoncino di base è un bazzill kraft, su cui ho creato con macchie e filo di iuta una specie di “ghirlanda”.

Infine qualche schizzo bianco, delle foglie di metallo color ottone e il sentiment in legno sempre CreativeStudio.

Ringrazio Paola e Antonio, genitori di Tommaso per il consenso avuto nell’utilizzare la foto nella sua piena bellezza.

A presto

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

Pubblicato il

I colori della vita

Mi ricordo ancora la frase che una mia ex collega di lavoro mi scrisse in un bigliettino in quel lontano 2008 quando per la prima delle due volte mi licenziai per “inseguire” i miei sogni, ricordo che accompagnava una scatola di acquerelli e la frase diceva così:

“AVETE IL PENNELLO, AVETE I COLORI, DIPINGETE IL VOSTRO PARADISO..E POI ENTRATECI”

Nikos Kazantzakis

Mi è piaciuta subito dalla prima letta e ancora adesso a distanza di 10 anni la adoro.

La prima volta che ho lasciato il lavoro l’ho fatto proprio per scelta mentre la seconda più per necessità familiari, ma alla fine anche se in modo molto diverso da come me lo ero immaginata, i miei sogni li ho inseguiti, e li ho tra le mani…li vivo quotidianamente!

Probabilmente questa card che ho realizzato per CreativeStudio è nata proprio per ricordarmi che sono io a dare il colore alla mia vita, e che sono sempre io l’artefice di essa, spesso si presta più attenzione alle cose che non abbiamo, o alle cose tristi che ci capitano, mentre la felicità è un attimo e bisogna vivere di piccoli attimi.

 

Quello che auguro a voi che siete qui è di dipingere la vostra vita dei vostri colori preferiti, vivendo tantissimi attimi di felicità.

A presto

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:
Pubblicato il

Calde coccole

Con Paola ci siamo conosciute al corso pre-parto quando aspettavo Thomas, ci eravamo perse di vista perchè io partorì ben due mesi prima! Ero così dispiaciuta di non aver più nessun contatto con quelle mamme con cui avevo condiviso questo percorso, perchè la chat del gruppo mamme, non era ancora stata creata! Mentre ero in ospedale, in camera da sola da 4 giorni perché lievemente a rischio vita, arrivò una compagna di stanza, Paola, che per degli accertamenti era stata ricoverata, ho recuperato così la chat delle mamme che mi hanno aiutato tantissimo per quell’inizio inaspettato, ma con Paola si è creato un legame che tutt’oggi è prezioso. Mi ricordo quando la sera io e lei non avevamo mai sonno e giravamo per i reparto facendoci rincorrere dalle infermiere per la misurazione dei vari valori di routine. Con lei è stata una degenza meno faticosa! Ma vi domanderete perchè vi racconto questo…bhe ci tenevo a farvi capire il legame che ci unisce, per farvi capire con quanto amore è nato questo mio progetto realizzato con i prodotti di CreativeStudio.

Il mini album è nato per Tommaso, il secondo figlio di Paola e Antonio. E’ stato un secondo figlio molto voluto, e per arrivare a lui c’è stato tanto, tanto dolore! Quel dolore che solo le “mamme” che ci sono passate possono capire. Ma finalmente Tommaso è nato, un bel torello di 3880 Kg per 53 cm in piena salute! A Paola e Antonio scoppia il cuore di felicità, ma anche a me che ho vissuto questa attesa sperando che tutto andasse come doveva andare, incrociando tutto quello che potevo incrociare!

Mi sono dilungata troppo, ma ci tenevo a presentare questo progetto con il giusto preambolo. Vi lascio alle foto e se avete voglia potrete vedere anche un breve video!

Per questo mini album ho utilizzato il solo pad 15x15cm stampato da entrambe i lati, l’ho trovato molto comodo, le fantasie non si sono perse, ed essendo nelle facciate le fantasie differenti si è creato automaticamente  un effetto di diversità tra le pagine, senza troppa fatica! Spero davvero che vi sia piaciuto, vi lascio con un breve video (tra i primi che ho realizzato)!

A presto

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:
Pubblicato il

Un nome in primo piano

Vi siete mai soffermati a pensare a che ruolo importante abbiano i genitori nella scelta dei nomi? …bhe credo sia una grande responsabilità. Gli antichi Romani, e questo lo so perchè mi sono informata giusto per questa occasione, dicevano “Nomen omen” che significa appunto che nel nome di una persona c’è il suo destino. Il nome sarà la prima parola che si pronuncia la mattina e l’ultima alla sera prima di addormentarsi, la si pronuncia (e la si urla) infinite volte nel corso della vita. Questa card nasce proprio per dare valore al nome scelto, il nome di un viaggiatore in arrivo…e il mio rispettivo augurio affinchè scopra quanto può essere meravigliosa questa vita.

Quella con il nome in verticale è la prima che ho realizzato fra le due. Il nome che ci dovevo mettere era “Tommaso” ma non avevo calcolato che questo nome era troppo lungo per la base che avevo già preparato in precedenza. Ho, quindi, optato per mettere il nome “Agata”, nome che avevo scelto, insieme al nome “Thomas”quando ero incinta e ancora non sapevo se avrei avuto un maschio o una femmina. Nome che tutt’ora mi piace un sacco.

In un secondo momento ho realizzato la card con il nome corretto, lavorandola questa volta in orizzontale per far si che il nome rientrasse in tutta la sua completezza, nello spazio. L’ho lavorata anche con colori diversi, sia per l’effetto muro realizzato con un embossing folder, sia per la mattatura.

Ora non ci resta che aspettarlo!…vi do appuntamento al mio prossimo post…perchè le sorprese per Tommaso non sono finite!!

Spero di avervi dato qualche spunto creativo

A presto

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI: