Pubblicato il

Foto life

In questo periodo tecnologico che stiamo vivendo mi rendo conto che si risente un po’ della mancanza di foto stampate. Una volta per vedere come erano venute le foto bisognava portare il rullino dal fotografo, aspettare circa 4/5 giorni perchè’ le stampasse e vedere che in tutte avevi una faccia da urlo di Munch! Mi sento molto vecchia ad aver vissuto questo periodo di transizione tecnologica!

Adesso ho cartelle e cartelle di foto, mie personali, dei progetti che realizzo, di mio figlio…insomma ho la memoria piena!!!

Chi ne risente di più, secondo me, sono i nonni che se non masticano bene la tecnologia restano senza foto, così ho pensato a loro ad un mini che raccogliesse una parte della nostra vita, veloce e semplice da poter sfogliare più volte!

 

Sistemando la mia nuova stanza creativa mi sono ritrovata queste foto che avevo già stampato per un progetto, quindi ho pensato di impiegarle per il mini da dare ai nonni, per loro sono foto da guardare e riguardare ed emozionarsi…perchè quando si parla dei nipoti, gli occhi brillano.

Questo mini è dedicato alla mia mamma e al mio papà perchè senza di loro non sarebbe la stessa cosa e tutto questo non sarebbe possibile.

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

Pubblicato il

Clear stamps ⇢ new release

Mentre si avvicinano i giorni della merla, e cioè i giorni più freddi dell’anno, noi di Creative Studio siamo già proiettati alla primavera, ai suoi colori e ai suoi profumi. E con questa release tutta floreale ci apprestiamo a colorare le nostre giornate.

Le quattro plance di timbri sono disponibili in preordine già da oggi, e saranno spedite a partire dal 28 gennaio.

 

NEW CLEAR STAMPS:

Pubblicato il

Sii sempre la meta del tuo viaggio

Buoni propositi per quest’anno ne abbiamo? Io si, mi sono imbattuta in un’agendina davvero particolare e l’ho subito acquistata perché quest’anno vorrei sperimentare un pò di art journal. E la prima pagina non poteva che essere questa e non poteva che essere dedicata al viaggio e al muoversi, in questo periodo più che mai.

Ho colorato uno dei miei timbri preferiti, dopo aver preparato lo sfondo con gli unici colori che possedevo e che potevano prestarsi all’art journal e cioè i gelatos. Ho steso il colore con le salviettine umidificate in maniera da poterlo rendere più uniforme possibile ed ho sfumato insieme due diverse tonalità di celeste.Ho pasticciato  un pò con un timbro utilizzando un oxide.

Mentre per colorare, invece che optare per un cartoncino liscio come base ho utilizzato un bazzil perché ne adoro la texture anche con l’utilizzo con i prismacolor #sapevatelo!

Uno strato di molding paste, una cornice intorno alle pagine fatta con un timbro e la penna gel bianca e la mia prima pagina è pronta.

Rimanete sempre la meta del vostro viaggio qualunque persona possiate incontrare sulla vostra strada…

antonella

 

MATERIALI UTILIZZATI:

Pubblicato il

La meraviglia di un layout

Che roba strana! Anni passati a bazzicare nel mondo Scrap e mi ritrovo meravigliata solo ora davanti ad un Layout! Ci ho messo un po’, del resto che io abbia tempi biblici è risaputo:)

La mia resistenza era dovuta al fatto che non capivo da che parte iniziare. Parliamoci seriamente: se il ricordo è mio, in che senso una tecnica o uno schema predefiniti possono raccontarlo? E’ giusto raccontare un ricordo?

Poi mi sono resa conto che sbagliavo a porre la questione. Un ricordo non va raccontato, ma va conservato ed è in questo la grandezza dello Scrapbooking?

Mi sono confrontata con delle vere Scrapper su questo punto e sono giunta alla conclusione che lo Scrapbooking è davvero un hobby introspettivo.

Mi chiedo perché non mi ci sono soffermata in passato. Per te che mi stai leggendo sarà sicuramente una cosa scontata, ma a me mi si è spalancato un mondo… e mi sembra sconfinato, ricco di possibilità… insomma, mi sembra di avere scoperto un tesoro;)

Se prima partivo dallo schema del layout e mi domandavo : ma perché dovrei sceglierne uno e non un altro? Sulla base di cosa uno racconta meglio il mio ricordo? Ecco… adesso ho capito che non avevo capito nulla. Che le domande che mi ponevo e i presupposti da cui partivo erano sbagliati. Totalmente.

E così ho compreso che si parte da una foto. E a quella foto si deve tornare.

Non vi racconto cosa c’è dietro questo ricordo, perché è mio… ma vi posso dire che, nel tentativo di decorare questo moment, ho scoperto che il DISTRESS OXIDE  tono su tono è una cosa stupenderrima!!!

Ho ‘spatasciato’ il mio DISTRESS Oxide Antique Linen ossidandole con l’acqua e poi ho timbrato i miei fiori con lo stesso inchiostro. Ecco. Mi sono innamorata!

Ho usato poi del filo d’oro per riprendere il movimento  dell’intreccio dei fiori (pazzeschi!!! Come mi piace questo design… sa di aria fresca, ve l’ho mai detto?) ed ho usato dei piccoli dettagli della carta patterned per creare degli enamel dots.

Ho usato degli stickers per il journaling ed il titolo e ho scritto quello che mi mancava.

Come potete vedere… peletti in ogni dove;)

Io continuo a studiare … ci vediamo alla prossima;)

Mir

 

MATERIALI UTILIZZATI:

Pubblicato il

Solo grazie

Ciao a tutti.

Questo è il mio primo post per Creative Studio ed ho voluto creare due card per condividere con voi un momento per me molto importante. Pochi giorni fa io e la mia famiglia abbiamo festeggiato il primo anniversario del nostro rientro a casa.

Dovete sapere che ad ottobre 2014, quando le nostre bimbe avevano poco più di cinque mesi, mio marito è stato trasferito per lavoro a più di mille chilometri di distanza da casa e mai e poi mai avremmo permesso che qualcosa potesse dividere la nostra famiglia, non restava che partire tutti per la Sicilia. In un anno di permanenza abbiamo affrontato viaggi interminabili e tutte le difficoltà che si possono incontrare quando ci si trova da soli, con due bambine piccole e così lontani dal proprio mondo e dalla vita di sempre.

Dopo meno di un anno un altro trasferimento ci ha portato tutti a Milano, che sicuramente non era casa, ma la distanza si era notevolmente ridotta e con essa anche il senso di solitudine e le problematiche che avevamo dovuto affrontare. In ogni caso stavamo vivendo una nuova vita, senza sapere se e quando sarebbe cambiata ancora, con la consapevolezza che forse noi a casa non ci saremmo più tornati.

Invece no, noi a casa ci siamo tornati l’8 gennaio 2017 e tutto è cambiato di nuovo, la nostra vita di prima non c’era comunque più, perché le nostre piccole erano cresciute e la nostra casa era da riorganizzare e perché, soprattutto, noi eravamo cambiati, ma quello che conta è che abbiamo ritrovato le nostre famiglie, anche se purtroppo non al completo, alcuni amici, i nostri luoghi e i nostri punti di riferimento.

Con queste card voglio dire “solo grazie” per quello che è stato, perché anche se duro è servito, per quello che è, la nostra vita e la nostra famiglia e per quello che sarà… e perché in ogni caso (come diceva Checco Zalone) “siamo una squadra fortissimi”!

Questo grazie lo voglio dire anche per me e per il mio mondo creativo, perché tornando a casa ho ritrovato quel tempo e quella voglia di fare che in quegli anni sono spesso mancati e, se oggi sono qui con voi a raccontare questa piccola storia, è perché da un anno a questa parte i miei colori sono tornati a far parte delle mia vita come e più di prima.

A presto.

Laura

MATERIALI UTILIZZATI:

 

 

Pubblicato il

Vorrei volare..

Uno dei sogni che avevo da bambina era poter volare…

Per fortuna crescendo mi sono resa conto che forse stavo puntando un pò troppo in alto e che, con l’aiuto di mezzi molto più all’avanguardia delle ali che tanto sognavo, avrei potuto ottenere lo stesso risultato.

 Mi piace la prospettiva che si ha dal cielo: le case e le macchine diventano piccole formiche e tu puoi osservare tutto dall’alto, da un punto di vista privilegiato. Inutile dire che non soffro di vertigini e che i punti panoramici nelle città, più sono alti e più sono attraenti per me.

Uno dei miei sogni nel cassetto, che spero di realizzare presto, è quello di fare un giro in mongolfiera: non potevo che iniziare questa avventura con questo progetto, ma soprattutto con questo timbro!

Ho deciso di colorare il timbro con i miei amati acquarelli e di ritagliarlo a filo, scurendo i bordi con un pennarello nero per mascherare eventuali imperfezioni.

Ho poi colorato e ritagliato anche le nuvole presenti nel set, e ne ho creata una che potesse contenere il sentiment..

Ho pensato che il vellum fosse perfetto per il fondo di questa card visto che il cielo non è mai di un solo colore, e soprattutto mai dello stesso.. Ho inserito qualche paillettes per rendere il tutto più divertente e ho cucito i bordi per evitare fuoriuscite.

 

Sull’interno ho cucito una piccola taschina che potesse contenere un messaggio..

 

Io spero che questo primo progetto vi sia piaciuto.

 

Sara

 

Pubblicato il

Planner personalizzato

Questo è un anno importante per me, un anno in cui alcuni nuovi progetti prenderanno forma e altri verranno consolidati. Ho sempre avuto un blocco su cui prendere appunti ma per il 2018 mi serviva qualcosa di più serio, qualcosa che fosse perfetto per annotare i vari impegni giornalieri ma che avesse anche una sezione su cui poter prendere appunti, annotare idee e bozze che un attimo prima ci sono e l’attimo dopo scompaiono inghiottite da nuovi pensieri.

Non avevo voglia di acquistare un planner già fatto e così, partendo da un refil ne ho creato uno perfetto per le mie esigenze.

 

In alcune pagine interne ho inserito le mie foto preferite, per ricordarmi sempre cosa mi fa stare bene!

Nei divisori che suddividono le varie parti del mio planner ho realizzato alcune tasche per foto o bigliettini volanti.

Ed ora sono pronta per affrontare questo nuovo anno! A presto

Emanuela

MATERIALI UTILIZZATI:

Pubblicato il

Mini album white Christmas

Eccomi qui, a scrivere il mio primo post. Confesso che sono molto emozionata per essere qui con voi oggi in questa giornata un po’ malinconica perché ormai le feste son finite e domani si ritorna alla vita frenetica di tutti i giorni. Da domani le luci sui balconi saranno spente e gli alberi di Natale riposti negli scatoloni. Oggi vorrei salutare le festività raccontandovi la magia del mio Natale! Sono stati giorni felici, ho trascorso il tempo con le persone che amo, ho visto la luce brillare negli occhi dei miei bimbi, è stato il primo Natale di Gabriele,  e soprattutto ho fatto i conti con me stessa per iniziare un nuovo percorso verso la realizzazione di quei sogni che sono ancora lì chiusi nel cassetto.

Ho realizzato un mini album per ricordare le emozioni e i momenti vissuti in questi giorni speciali e siccome le foto sono tante vi consiglio di sedervi con una buona tazza di tè caldo e gustarvi l’atmosfera di festa che si può ancora respirare in queste pagine!

Nel caso non l’aveste capito ho scoperto che mi piace molto cucire a macchina le carte tra loro e anche i vari abbellimenti, e devo dire che queste carte si prestano molto perché sono di una consistenza adeguata a non creare buchi troppo grossi con l’ago.

Questa pagina l’ho realizzata usando due timbri del set “My sunshine”, la scritta you è stata colorata con il gel nuvo glitterato, crea un bellissimo effetto!

Lei invece, con il suo sguardo sa rendere incantevole ogni mia pagina!

Ehi! ci sono anche io!

Mi sono davvero molto divertita a realizzare questo ring album! Spero di avervi ispirata…

Vi aspetto alla prossima!

 

Francesca

Pubblicato il

Cornici porta foto

Gli auguri di buon anno il 3 gennaio valgono ancora vero? Ditemi di si perché io durante queste feste mi sono proprio eclissata, sono stata poco social e molto per conto mio, perciò almeno da qui qualcosina vorrei recuperare. Vi auguro di vivere questo nuovo anno con curiosità e vivacità suonando le vostre corde creative con la melodia che più preferite, io dal canto mio continuerò ad inseguire i miei sogni perché questo mi rende viva e perché questa vita voglio proprio prenderla a morsi!!

Ma tornando a noi, con il post di oggi faccio un salto nelle atmosfere calde della stagione estiva. Quest’estate mi è capitato di lavorare su delle cornici per un anniversario di matrimonio.

Ho deciso di utilizzare delle pattern che per me sanno di estate, dei suoi sapori e dei suoi profumi.

La persona che si è rivolta a me è una grandissima amante del piccolo principe, quindi insieme abbiamo pensato di reinterpretare il tema della rosa. Se avete letto il libro, conoscerete perfettamente il valore simbolico di questo fiore, emblema di amore e di sacrificio, due parole legate insieme indissolubilmente e non solo nel libro.

Simbolismo che ho voluto riportare anche nella realizzazione del cake topper, riprendendo proprio le rose utilizzate per la realizzazione delle cornici.

Mi è bastato utilizzare una semplice pattern e comporre il tutto, i colori si sono sposati armonicamente tra di loro.

Vi aspetto tra queste pagine per tutto questo nuovo anno creativo, a presto

antonella

 

MATERIALI UTILIZZATI:

Pubblicato il

Sognare

Mi piace pensare che i sogni si possano realizzare, e non parlo dei sogni ad occhi chiusi, ma di quelli a occhi aperti! Sognare ad occhi aperti significa fantasticare con la nostra vita, pensare che possa essere migliore, trovare il modo di abbellirla, addolcirla, renderla ancora più “magnifica”! Ognuno di noi ha il suo modo di sognare, io vi presento uno dei miei, la creatività attraverso lo scrapbooking.

Tra le tante cose che mi piace fare, realizzare un layout è tra quelli che più mi appaga, parto sempre dalla foto, e da ciò che rappresenta essa per me.. In questo caso si tratta di un tris di scatti realizzati quando il mio Thomas era ancora piccolino e le giornate le passavamo praticamente in simbiosi…tra i tanti modi per divertirci c’erano i selfie, lui si divertiva un sacco a vedersi nel telefono e seguiva spesso le mie espressioni buffe.

Dream racconta di sogni realizzati, di quella volta che chiacchierando con le amiche mi ritrovavo a pensare se mai avrei avuto una casa, una famiglia…un figlio! Racconta di quella segretaria che avrebbe voluto essere una creativa a tempo quasi pieno e che tutto sommato in qualche modo ci è riuscita!

Non smettere mai di sognare! E’ questo il mio augurio per il 2018, che sia un anno pieno di sogni ad occhi aperti, realizzati!

Non mi resta che farvi vedere il mio progetto…

  

Lancia i tuoi sogni nello spazio come farfalle e qualche cosa ti riporteranno: forse solo il riflesso del bosco o forse un nuovo cielo, un nuovo amore, un nuovo mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Buon anno

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI: