Pubblicato il

Fiori come se piovessero

Ciao a tutti!

Bentrovati qui sul blog, oggi per la serie “io amo i fiori” ho preparato una card piena di fiori e foglie!

Giugno, “fioristicamente” parlando, è il mio mese preferito: finalmente dai fioristi si vedono le peonie, il mio fiore preferito in assoluto, e poi fiorisce anche il pisello odoroso, un fiore stupendo, super difficile da trovare!

Complice il fatto che avevo preso questo timbro e non lo avevo neanche aperto, questa era l’occasione giusta per timbrare “l’inizio”.

Ho capito che Antonella aveva creato questa plancia anche per essere usata nel Mix Media, arte che tanto ammiro, ma nella quale sono totalmente incapace! Ho sfogliato qualche immagine sul web, perchè mi piacciono troppo gli sfondi che le artiste di Mix Media riescono a fare, e trovato questa immagine con una timbrata bagnata-almeno questo è quello che ho pensato fosse-ho quindi timbrato con un Oxide e spruzzato dell’acqua sulla mia timbrata..

Diciamo che io avevo in mente che gli schizzi sarebbero colati da un’altra parte, ma nessuno lo sa (a parte voi ed io), quindi facciamo che lo sfondo sia esattamente come lo avevo immaginato!

Oltre ai fiori, la fissa del momento sono i banner e quindi, siccome non avevo un timbro adatto, ho deciso di crearmelo su misura! Con un pochino di pazienza-perchè io e il disegno abbiamo una relazione tumultuosa-una matita e qualche liner ho creato un banner che potesse contenere il sentiment.

Ho poi aggiunto qualche fiorellino e qualche foglia, ed ecco pronta una card semplice, ma mooolto fiorita!

Io spero che vi sia piaciuta e se avete qualche consiglio sugli sfondi, scrivetemi!

Grazie per essere passati di qui!!

A presto

 

Sara

 

Pubblicato il

Prezioso come te…

Adoro colorare, mi rilassa molto. Trovo che una vita senza colori sia una vita piatta e se devo dirla tutta anche abbastanza triste. Invece i colori aiutano a guardare tutto in maniera più leggera e istantaneamente ti mettono di buon umore. Tra i miei colori preferiti dopo i copic ci sono le matite prismacolor.

Le consiglio calorosamente a chi si approccia alla colorazione, perché sono facilmente gestibili anche da chi è alle prime armi e si fondono perfettamente tra loro facilitando e non di poco tutta la questione delle sfumature e dei chiaroscuri. Insomma detto in poche parole povere se ancora non fanno parte del vostro parco colori dovete rimediare quanto prima!!

Quanto alla card di oggi, volevo ringraziare una persona specialissima per il suo essere straordinariamente genuina e vera e subito mi è venuto in mente di utilizzare il clear della plancia “Coltiva te stesso”. Lei è come  questo cesto di fiori, una persona piena di allegria e di gran cuore…  e gnente ragazza… tu mi piaci e parecchio pure, #sallo….

Pochissimi elementi sulla card per far parlare solo i fiori ed i colori, ed immancabile il nero a mattare tutto il lavoro anche quello della colorazione. A te che sei preziosa così come sei….

antonella

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

Pubblicato il

La gioia nell’ordinario

Che strano. Ci dicono di cercare la felicità “nelle piccole cose”, ma non ammettono che si possa essere tristi “nelle piccole cose”.
(Fabrizio Caramagna)

Quanta verità in questa frase!! questa card nasce proprio da una piccola tristezza, io lo chiamo “sbalzo no”, dove mi sembrava tutto maledettamente tristissimo, ma ormai dopo tanti anni con me stessa ho imparato, non ancora benissimo, ad ascoltarmi a capirmi, e proprio per questo motivo, realizzare questa card mi ha permesso di cambiare il volto del momento, perchè la gioia è davvero nell’ordinario.

In questa card ho voluto riprendere una cosa che facevo a scuola, ovvero la tessitura a telaio, ore e ore a preparare l’ordito per poi tesserlo con la trama. La tessitura più semplice è quella dei fili alternati, proprio quella che ho ripreso con le linguette di carta bazzill.

I fiori sono leggermente colorati con i distress e il pennello con il serbatoio, mentre il vaso e stato sfumato con i distress e il blendig tools. Un sentiment, del filo da cucito in tinta e qualche enamel dots ed ecco che ne esce una bellissima card che mi auto regalo, per ricordarmi sempre di avere gli occhi ben aperti sul presente e sul mio ordinario.

Non mi resta che salutarvi e augurarvi “la gioia nell’ordinario”

a presto…

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

Pubblicato il

A te che sei…

Mamma… la prima parola che impariamo a pronunciare da piccoli… mamma… un suono dolce che racchiude un mondo di amore.

Oggi che sono mamma, capisco l’amore infinito che si prova per i propri figli… la gioia di sentirli crescere dentro di te: nove mesi di attesa, di paure, di sogni… il dolore di un parto, cancellato nell’attimo in cui ti danno tuo figlio fra le braccia… e in quel momento, esplode l’amore!

Questa card è per te mamma, è per me, e per tutte le mamme… per dirti grazie… per i tuoi sorrisi, per le tue carezze, per le tue parole a volte dolci a volte brusche, per le litigate, per le ansie e per le gioie, per tutte le volte che sono caduta e tu pronta a rialzarmi, per avermi insegnato il giusto e a correggermi quando sbagliavo, per aver fatto di me la donna e la mamma che sono oggi… Grazie “Cip”!!!

La card che ho realizzato è veramente semplice.

Ho timbrato con archival ink il fiore del set di timbri “Profumo di Primavera” su carta per acquerello; il fiore è sempre lo stesso ripetuto più volte. Ho usato la tecnica della mascheratura per avere una sequenza sovrapposta e armoniosa… ho creato poi delle strisce di colore con i distress ink molto acquerellati; una volta asciutti, con il pennarello tombow nero, ho ripreso il dentro dei fiori per farli uscire fuori dalle macchie di colore.

Per dare alla card un pò di tridimensionalità ho creato delle gocce di colore con i nuvo crystal drops.

I sentiment per completare la card sono del set di timbri ” Semplicemente Grazie” che, con le sue dolcissime frasi, ha reso ancora più speciale la card per la mia “Cip”!!!

Vi saluto e vi auguro una felice festa della mamma…

Erica

Pubblicato il

Insegui i tuoi sogni.

Buongiorno a tutti, anche se per me è un periodo fitto fitto di impegni ecco qui a presentarvi il mio nuovo progetto, questa volta una card.

Una card molto speciale, pensata e creata per una persona, una giovane donna che si è rimboccata le maniche per raggiungere un obbiettivo e si sta impegnando al massimo per farcela e non cedere alle difficoltà.

Il sentiment INSEGUI I TUOI SOGNI che si trova nella plancia “Momenti e cose” mi sembrava perfetta per augurarle di non smettere mai di sognare ma il tocco in più sono i nuovi legnetti a forma di rosa che io ho colorato con i Distress Oxide, spero vivamente le piaccia e le trasmetta la stima che ho per lei.

E ora non mi resta che augurarvi buona creatività.

A presto

Emanuela

 

PRODOTTI UTILIZZATI

SalvaSalva

SalvaSalva

Pubblicato il

Choose To Be Happy

Ciao a tutti e ben ritrovati, vi capita mai di fissarvi con una frase presente in una plancia di timbri? Bhe!! “Choose to be happy” è la mia fissazione. Questa frase io la adoro, mi riporta nella retta via quando non lo sono, mi suggerisce la cosa più ovvia da fare, quando non si ha la lucidità per farlo, in inglese o in italiano “scegli di essere felice”, credo sia magnifica …perchè spesso, e qui mi ci metto anche io, affidiamo la nostra felicità alle persone, alle cose, a momenti, senza considerare la cosa più importante…per essere felici basta deciderlo, come si scelgono i vestiti da indossare, così bisognerebbe sfoderare il nostro sorriso migliore, perchè è proprio vero che la felicità sta nelle piccole cose, e solo con il tempo ci renderemo conto che le piccole cose erano grandi.

Ma ora vi lascio alle card, ne ho realizzata in primis una, quella con lo sfondo a righe nero. Il tutto infatti è partito dallo sfondo che è stato realizzato con il timbro “L’inizio”, all’interno di questa plancia è presente una specie di pennellata irregolare (adoro anche questo timbro), con cui ho deciso di creare lo sfondo timbrando più volte in modo  da creare delle righe, sembra una pattern, ma in realtà è un foglio di Bazzill bianco.

Successivamente ho timbrato i papaveri della plancia “Beautiful flower” su un foglio a parte, colorandoli in modo molto veloce con i distress e il pennello con il serbatoio, cercando di dare qualche sfumatura.

Ritagliando una striscia di carta ho stampato solo una parte del timbro “choose to be..” perché volevo che l’happy risaltasse bene, quindi ho utilizzato una fustella.

Mi è piaciuta così tanto che non ho potuto non farla con i miei colori preferiti, giallo e nero,  lasciando i fiori bianchi, facile anche per chi non si destreggia bene con i colori.

Così eccole pronte…preparatevi perché #piùrighepertutti sarà il mio mood.

Spero di aver stuzzicato la vostra fantasia

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

Pubblicato il

E li chiamano avanzi…

Ma solo io sono piena di avanzi di carta ovunque?!

Mica riesco a buttarla via… qualsiasi piccolo rimasuglio diventa quanto di più prezioso ci sia sulla scrivania! Praticamente tagliamo a muzzo il 12×12 all’urlo del “ma si! Meglio stare larghetti!!!” E poi davanti ad un avanzo di un taglio per una coda di rondine… “eh no, questo mi serve… metti che un giorno debba far uscire da sotto chissà cosa un triangolino di questa carta qui…

Ecco… io con questo pensiero ho scatole e scatole e scatole… di avanzi!
Se da un lato è vero che se cerco per un dettaglio prima o poi qualcosa trovo, è anche vero che restano scatole e scatole e scatole… insomma… anche no!

Quindi ho deciso che proverò ad usare subito tutti i miei avanzi e preparerò semplici pensieri gentili da regalare così… senza motivo…a chi mi è caro.

Ecco allora che con delle striscioline avanzate da un progetto in cui avevo utilizzato le carte della collezione DREAM è nata lei.

È semplicissima. Bastano avanzi di carta e un paio di forbici.

Sono felice che questi avanzi abbiano trovato una casetta diversa dallo scatolone perché credo davvero che insieme questi colori siano pazzeschi! A volte credo che basti indovinare la palette giusta e via… il risultato esce da solo… non importa quanto semplice sia e quanti materiali abbiamo! E credo anche che con le carte di Creative Studio si vada sul sicuro. La qualità è magnifica e lo studio del colore… che vi devo dire… questa collezione mi ha completamente stregata!

E voi? Come usate i vostri ritagli?
Grazie per essere passati da qui

Mir  

Pubblicato il

Sii sempre gentile

La gentilezza è una roba che va scelta ogni giorno. Io mi sforzo sempre di trovare il tempo, perché al momento è la cosa che mi manca di più, però credo fermamente che non c’è regalo più grande che possiamo fare agli altri del nostro tempo.

Stamattina, come di consueto accade ogni volta che sono in partenza, ho realizzato due card, chiaramente avrei voluto fare qualcosa di molto più elaborato, ma… c’è questa questione ineluttabile del tempo, allora ho fatto ricorso al piano B.

Lo so che rischio di sembrare di parte, ma credo che se la carta e gli elementi vengono scelti con cura a volte non ci sia bisogno di virtuosismi per realizzare delle card belle. Se avete visto più di un mio lavoro troverete una costante comune: la mattatura.

Matterei davvero di tutto, adoro i contrasti esagerati e ho voluto giocare solo con questi utilizzando dei die cut e un elemento che ho ritagliato da una journaling card 12 x 12.

Entrambe le carte che ho utilizzato le ho prese dal pad Dreams 6 x 6, stampate da un solo lato… diciamoci la verità disegno quei pad proprio per il cardmaking e credetemi sulla parola se avessi utilizzato un foglio 12 x 12 il risultato non sarebbe stato assolutamente questo.

Torno a preparare la mia valigia…. bologna mi aspetta ❤❤❤

antonella

 

MATERIALI UTILIZZATI:

Pubblicato il

Ti donerò…

 

donare v. tr. e intr. [lat. dōnare, der. di donum «dono»] (io dóno, ecc.). – 1. tr. a. Dare ad altri liberamente e senza compenso cosa utile o gradita. (fonte Treccani)

 

Ciao a tutte!

Eccomi qui con un nuovo progetto che mi ha proprio rapito il cuore..

Non credo che non sappiate cosa significhi “donare”, ma credo che sia cosa buona ogni tanto rinfrescarsi la memoria, e questo vale per me in primis!

Questo timbro mi ha fatto riflettere sull’importanza dei gesti gratuiti, quella sensazione di appagamento che nasce quando sappiamo di aver donato agli altri qualcosa, che sia anche solo un sorriso o una parola di conforto in un momento difficile…

Così ho deciso di fare questa card con colori naturali, che mi trasmettono tranquillità.

L’ho pensata per una persona speciale, con la speranza che sia uno di quei gesti inaspettati che scaldano il cuore e ti fanno sorridere..

Non troppo tempo fa, ho letto sul web una frase di Joyce che diceva più o meno così: “quando tu hai una cosa, un ladro te la può rubare. Ma quando la doni, l’hai data. Nessuno te la può più rubare. Ed ecco che è tua per sempre.”

Io spero che questo progetto, nella sua semplicità, vi sia piaciuto!

Grazie per essere passati di qui.

A presto!

Sara

 

 

Pubblicato il

Una card per me

A volte si pensa che per poter fare una card occorrano chissà quali materiali e quali competenze.
In realtà non è proprio un pensiero campato in aria perché chi fa cardmaking sa bene che su un piccolo pannello si possono riversare un sacco di tecniche e che per ottenere buoni risultati i tool aiutano e mica poco.

Però non è sempre così e a volte accade che non piaccia timbrare e non piaccia colorare.
A me piace molto sia timbrare che colorare, ma ho voluto fare un esperimento ed ufficialmente annuncio al mondo Craft che sì, é successo, mi sono innamorata delle Die Cuts.
Le avevo prese perché in realtà volevo giocare con con i LO e sulle card mi lasciavano un po’ perplessa.. ed invece col fischio!!!

Mi lasciavano perplessa perché da brava accumulatrice seriale mi chiedevo perché dovevo comprare delle die cuts quando ho a disposizione timbri e fustelle e colori e carte etc etc.
Nella realtà mi arrendo all’evidenza che hanno molti punti di forza anche per una cardmaker.
Vi elenco quelli che ho trovato io, ma sono certa che anche voi ne troverete molti:

  1. sono già fatti. Poche storie, sono più veloci da usare e questo è un punto a loro favore mica da ridere soprattutto perché con una card si vuole dire qualcosa e capita magari di doverla fare di fretta.. (il carpe diem bisogna coglierlo!)
  2. sono già coordinati e quindi sono molto utili per chi si appresta a questo hobby perché lo studio del colore è già fatto.
  3. sono comunque personalizzabili colorandoci sopra ed aggiungendo dettagli.

Detto questo, io ho usato le Die Cuts della collezione Primavera e ho decorato un semplice pannello.

Mi è piaciuto molto il sentiment e da questo sono partita. Ho colorato diversi dettagli con il mio Wink of stella Clear e già con questo semplice tocco ammetto che i miei pregiudizi verso le die cuts per una card sono venuti meno perché la stampa di fatto prende vita:)

Prima di attaccarli però ho timbrato in grigio dei dettegli di alcuni fiori del set DENTRO DI TE e ho un po’ sfumato i contorni. Il senso era solo quello di dare un minimo di profondità e di non  limitarmi ad attaccare qualcosa (andiamo di fretta.. si, però non esageriamo…)

Un paio di schizzetti per dare un po’ di movimento…

e poi ho montato il tutto su un bel cartoncino ondulato di recupero che, non so perché, ma resta per me il miglio supporto per una card.

Devo essere onesta, volevo cucirla, ma poi ho pensato che non potevo partire dicendovi che per fare una card ci vuole poco e finire con “bene, e adesso prendete la vostra bella macchina da cucire e…” … insomma un po’ di coerenza!

Allora ho pensato che visto che la colla NUVO é di fatto il mio nuovo amore ed è sempre sulla scrivania (e dovrebbe essere anche sempre sulla vostra perché è fantastica davvero) l’ho usata per attaccare il twine!

Direi che mi reputo soddisfatta! Il mio solo problema adesso è che accidenti, adesso mi servono anche le DIE CUTS!

Per il momento vi saluto.
Grazie per essere passati di qua

M!R