Pubblicato il

Voliamo con la fantasia

Ciao a tutti.

Per contrastare il caldo afoso di questi giorni, vi propongo una card dai colori delicati, un volo leggero verso un viaggio da sogno, ogni tanto fa bene chiudere gli occhi e volare con la fantasia verso luoghi lontani… proviamo a volare con questa bella mongolfiera.

Vogliamo parlare dell’alfabeto?… per me è stato amore a prima vista, ho timbrato le lettere che mi servivano e le ho ritagliate una ad una posizionandole sulle nuvolette, sul die cut ed all’interno della card. A questo punto necessitavo del numero 1 e ne volevo uno che si sposasse bene con l’alfabeto… come fare? L’ho creato unendo due timbri, la I dell’alfabeto ed uno dei piccoli decori (quello “vuoto” internamente) della stessa plancia della mongolfiera, l’ho timbrato per metà davanti alla I ed ho aggiunto le righe interne con un pennarello.

Da questa foto si vede meglio che la parte anteriore della card è di acetato, all’interno una patterned della collezione “Collect beautiful moment” sulla quale ho timbrato una porzione della mongolfiera ed ho applicato la parola viaggio.

Che ne dite, si parte?

Buona giornata a tutti e a presto.

Laura

 

MATERIALI UTILIZZATI:

 

Pubblicato il

Agosto, col bene che ti voglio…

Ciao a tutti!

Siamo già ad agosto… come corre il tempo! Io amo l’estate e il pensiero che debba finire mi intristisce sempre. Quest’anno sono andata al mare solo una volta, quindi per me non si può considerare nemmeno iniziata! So che in molti state soffrendo il caldo e mi dispiace, ma non posso farci niente: io l’estate la adoro (anche la primavera, per la cronaca…). Per questo sono impaziente di tornare in Italia e godermi il mare e il sole. Il progetto che vi propongo oggi è ispirato proprio a questo mio smodato desiderio di spiagge, ombrelloni e onde.

Si tratta del setup del mese di agosto della mia agenda, che comprende il divisorio per il mese e il calendario mensile. Il mio non è un classico planner, nel senso che spesso non uso gli adesivi creati specificatamente per questo scopo, del tipo di quelli con le liste e le dimensioni dei riquadri dei calendari. Mi diverto invece a usare uno stile “libero”, vale a dire che adatto qualunque tipo di materiale da scrapbooking, in particolare le sagome (die cuts o da ritagliare).

Per questo mese, ho creato il divisorio incollando due carte della collezione “Dream” tagliate a misura. Ho poi decorato le due facciate con sagome di “Collect beautiful moment”: i disegni di questa collezione mi piacciono tantissimo, per le forme tondeggianti e l’aspetto un po’ da cartone animato. Il camioncino è fantastico, quindi l’ho subito collocato sul fronte. Ho poi usato varie delle alghe verdi e rosse e ho scritto “August” con delle lettere di spugna bianche. Sul retro ho usato altre di queste icone, che però ho dipinto con acquarelli per rendere i colori più accesi.

Per decorare la copertina del calendario mensile ho usato i timbri abbinati alla collezione e due sagome di pesci. Io non sono una timbratrice esperta, però mi sono divertita molto a stampare questi simpatici pesciolini e colorarli con i pastelli.

Infine, ho preparato il calendario scrivendo i numeri e riempiendolo di sagome che gridano estate, mare e vacanze. Nella foto, vedete come era prima che iniziassi a scriverci le scadenze da ricordare.

Spero che questo post vi ispiri a rendere la vostra agenda più allegra e la programmazione degli impegni meno gravosa. 🙂 A rincontrarci presto su queste pagine!

Virginia

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

Pubblicato il

Il viaggio della vita

Eccomi di nuovo qui come ogni primo del mese a tenervi compagnia con uno dei miei progetti per CreativeStudio, questa volta la massima inspirazione è arrivata dalla collezione nuova “Piccolo Viaggiatore“, che dire di questa collezione? …l’ho amata dalle prime bozze e con Antonella era tutto uno stress…ma quando arriva? posso ordinare? ..insomma l’ho tanto voluta, aspettata, ammirata e come poche volte mi capita ogni foglio che utilizzo è un tuffo al cuore!! Per fortuna Antonella è sempre molto generosa e mi ha inviato anche un pad di quelli piccoli con la stampa solo da una parte, quelli per il cardmaking, che hanno due fogli della stessa pattern!! Quindi, come avrete capito questa volta ho realizzato un progetto baby, sono due card nate insieme partendo dalla plancia di timbri “Benvenuto Viaggiatore” ..in questa plancia ci sono vari elementi da colorare, ma anche delle bellissime frasi come ad esempio “buon viaggio in questa vita”. Ed eccole…tutte per voi e per un viaggiatore in arrivo che ci ha messo un po’ ad arrivare perchè la sua strada era piena di binari per svariate direzioni, tristi delle volte …ma trovato il treno giusto non possiamo che riempirlo di colore e aspettarlo nella stazione dell’amore.

La prima nata è proprio quella con il treno, e mi piaceva che in queste card a farla da padrone fossero proprio questi magnifici timbri. La scelta delle carte è stata ardua, perchè sono davvero una più bella dell’altra, ma spero di aver creato l’equilibrio giusto. Il treno è colorato con i distress, nello specifico fired brick e broken china che sono perfetti da abbinare ai colori delle carte.

La seconda è nata dalla scia della prima, perché avevo ancora voglia di utilizzare queste carte che mi hanno riempito occhi e cuore per tutto il tempo pensando a chi era destinata. Questa volta una barca che aiuti il piccolo viaggiatore a scoprire cos’è la vita.

Spero che queste card vi siano piaciute e possano darvi il “la” per i vostri esperimenti creativi. Ovviamente poi li vogliamo vedere!!! 😉

A presto

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:
Pubblicato il

Vorrei vivere in campagna..

Ciao!

Eccoci di nuovo qui, per mostrarvi la mia ultima card: si tratta di una card che mi sa di campagna, grandi campi e tanti fiori spontanei..

Da sempre amo l’abbinamento bianco/kraft, un po’ perchè trovo sia un abbinamento tanto semplice, quanto infallibile, e un po’ perchè mi ricorda la campagna.

Tutti i miei ricordi legati alla campagna, sono legati al mio nonno, che non è più qui, e sono tutti ricordi d’infanzia. E’ incredibile come la memoria (la mia da pesce rosso) faccia miracoli quando si tratta di ricordare avvenimenti così lontani nel tempo.. Mi stupisco sempre di come, a distanza di così tanti anni, io abbia ancora un ricordo così vivido.

Non mi piacciono i post strappalacrime e nemmeno li voglio scrivere, per questo lascio che siano le immagini a parlare..

Io spero che abbiate sentito anche voi un pochino di quel profumo di campagna, di erba tagliata, legna bruciata e anche un po’ di concime che non guasta mai e fa tanto natura!

Grazie di esser passati di qui!

 

Sara

 

 

 

Pubblicato il

Un bouquet di papaveri

Ciao a tutti.

Siamo in piena estate, tempo di sole, mare, ma anche dorati campi di grano, dai quali spuntano dei bellissimi fiori, i papaveri, che rendono un campo monocromatico super colorato.

Oggi quindi vi offro un bouquet di papaveri.

Una card dai colori tenui dai quali spiccano questi fiori come in un campo di grano.

Li ho colorati con i Copic aggiungendo qualche tocco di matita e pennarello a vernice bianco.

Con questa card voglio augurare a tutti una bellissima estate piena di relax, sole, allegria e bei colori!

A presto!

Laura

 

MATERIALI UTILIZZATI:

Pubblicato il

Il mare in una card

In questo periodo non sono la persona più adatta per parlare del mare, ma solo in questo periodo in cui i miei sentimenti sono contrastanti visto che prevale la fatica di stare sotto il sole, la sabbia che si appiccica ovunque e le infinite distese di sabbia delle spiagge del Veneto, ma una volta non era così, e credo che ancora dentro di me ci sia questo infinito amore per il mare, per le mie lunghe passeggiate in riva ascoltando la mia musica preferita, da sola con i miei pensieri, restavo per ore ed ore ad ammirarlo per riempire i miei occhi della sua bellezza! So che è li che mi aspetta …giuro arrivo presto!!!

Ma in mancanza del mare vero ho pensato di creare la mia location perfetta…

E’ una card un po’ particolare, viene chiamata “card in a box” o “box card” perchè viene realizzata con un meccanismo che permette di aprirla e renderla una “forma solida” che le permette di stare in posizione verticale e assumere un aspetto tridimensionale, nel mio caso un cubo.

un faro rosso e bianco su cui si infrangono le onde, un gabbiano dal grande becco arancione, la tavola da surf, il cartello che indica la direzione del mare, un aquilone che vola libero…e infine i pesci nel profondo blu…

Ovviamente per ogni mare che si rispetti, un pizzico di sabbia non poteva mancare,  ed ecco che il mio piccolo angolo di paradiso è pronto…

Queste plance di timbri di CreativeStudio sono favolose!!…e voi come le avete utilizzate?

Attendo le vostre interpretazioni

A presto

Francesca 

PRODOTTI UTILIZZATI:

Pubblicato il

Goditi il viaggio..

Ciao!

Bentrovati qui, oggi tocca a me ispirarvi.. E, siccome è tempo di partenze, ritorni, vacanze e ferie, quale occasione migliore per parlare di viaggio?

Questo furgoncino è uno dei simboli del viaggio, in particolare del viaggio on the road che tanto sogno, di cui avevo parlato in uno dei miei primissimi post.

Allora, anche se non trattano proprio dello stesso mezzo, ma pur sempre di viaggio, anche se in senso lato, voglio lasciarvi qui una delle mie poesie preferite di Jacques Brel:

Conosco delle barche
che restano nel porto per paura
che le correnti le trascinino via con troppa violenza.

Conosco delle barche che arrugginiscono in porto
per non aver mai rischiato una vela fuori.

Conosco delle barche che si dimenticano di partire
hanno paura del mare a furia di invecchiare
e le onde non le hanno mai portate altrove,
il loro viaggio è finito ancora prima di iniziare.

Conosco delle barche talmente incatenate
che hanno disimparato come liberarsi.

Conosco delle barche che restano ad ondeggiare
per essere veramente sicure di non capovolgersi.

Conosco delle barche che vanno in gruppo
ad affrontare il vento forte al di là della paura.

Conosco delle barche che si graffiano un po’
sulle rotte dell’oceano ove le porta il loro gioco.

Conosco delle barche
che non hanno mai smesso di uscire una volta ancora,
ogni giorno della loro vita
e che non hanno paura a volte di lanciarsi
fianco a fianco in avanti a rischio di affondare.

Conosco delle barche
che tornano in porto lacerate dappertutto,
ma più coraggiose e più forti.

Conosco delle barche straboccanti di sole
perché hanno condiviso anni meravigliosi.

Conosco delle barche
che tornano sempre quando hanno navigato.
Fino al loro ultimo giorno,
e sono pronte a spiegare le loro ali di giganti
perché hanno un cuore a misura di oceano.

Io spero che il vostro (ed il mio) viaggio possa avere sempre il vento in poppa e che possiamo essere sempre pronti a spiegare le nostre ali..

Grazie di esser passato di qui!

Sara

 

 

 

 

Pubblicato il

Benvenuti… sentiments

Se c’è una cosa che ho imparato a guardare in una plate di timbri è il senso dei sui sentiment. Quelli scontati ho scoperto che gli scarto a priori.
Ma con Creative Studio non si corre certo il rischio, anzi. E’ uscita da poco una splendida nuova collezione intitolata #PiccoloViaggiatore dedicato alla nascita di un nuovo bimbo.

Vi dico i miei punti a favore di questa collezione:

  • I sentiment non sono scontati, ma sono veri e propri auguri di Buona Vita.
  • Non è una collezione smielata come spesso lo sono quelle dedicate alle nascite.
  • Il design si presta alle più svariate interpretazioni e alle più svariate tecniche.
  • I colori  delle carte sono non convenzionali.
  • La collezione prevede diversi plus come die cuts e pins.

penso sia chiaro che mi piace un sacco.

Io però ho deciso di usarlo un una card e non per una nascita.
Chissà perchè ma le forme arrotondate dei disegni mi hanno fatto pensare a Walt Disney e così ho scelto la palette classica di topolino ed ho usato la tecnica del paper piecing.

Il paper piecing mi ha permesso anche di creare vari livelli in modo da dare alla card un minimo di tridimensionalità.
La trama del Bazzill ha poi fatto il resto.

Il bello di questa tecnica è che l’effetto è garantito, il problema è che poi si inizia a mettere dettagli su dettagli e ci si deve imporre di fermarsi a un certo punto.

Ho usato del twine per legare fra loro le varie sezioni del mio treno, un paio di enamel dots ed una penna pilot per delineare il contorno et voilà… Bella!!! Simpaticissima!!! Pronta a partire per una personcina che ha deciso di mettersi in gioco.

Complimenti Antonella! Questa collezione è una pietra miliare nel Cardmaking italiano. Adesso aspettiamo quella per le femminucce 🙂

Alla prossima
Mir

Pubblicato il

È tempo di riciclo.

Buon pomeriggio a tutti,  non butto mai gli avanzi delle carte scrap, spesso nella scatola dei ritagli trovo pezzettini di carta che mi tornano utili per il progetto che sto realizzando, altre volte parto proprio da loro per una nuova ispirazione, e quest’ultimo lo trovo un ottimo esercizio per mettere in moto la fantasia. Il post di oggi nasce proprio con dei ritagli, pezzetti o strisce accantonate da alcuni lavori fatti e che sarebbe un vero peccato non utilizzare, anche perché le carte Creative Studio sono talmente belle che piange il cuore vederle li ferme!

Oggi vi mostro tre card ma che potrebbero essere tranquillamente delle copertine di un mini album, o il frontale per dei quaderni per gli appunti, quello che vi servirà per creare la base saranno carte di avanzo, macchina da cucire e un po’ di fantasia per finire la decorazione.

Spero vivamente di avervi dato nuovi spunti.

A presto.

Emanuela

Pubblicato il

Go with the flow..

Ciao a tutti!

Bentrovati qui sul blog, oggi è il mio turno, ed ho deciso di creare una card (strano, eh?!) un pò particolare. Non tanto per chissà quale tecnica utilizzata, nè tanto meno per la composizione. E’ particolare perchè generalmente mi piace progettare quello che farò con anticipo, e magari buttare giù uno schizzo; ma questa volta no! Stavo ascoltando della musica, come spesso accade, e la playlist ha iniziato a suonare “Go with the flow” di Giovanni Allevi..

..Quindi ho deciso di lasciarmi trasportare dalla musica, ho utilizzato quello che avevo più vicino, tra cui questo vecchissimo Piccolo Palazzi appartenuto a mio zio-che deve avere subito qualcosa di non troppo carino, visto che è giunto a me senza copertina e con qualche pagina strappata-e uno dei miei timbri preferiti di CreativeStudio.

La colorazione è davvero semplice e in generale la card lo è.. Ma il messaggio più importante è quello contenuto nel sentiment.

I bordi sono rifiniti con una doppia cucitura-cuciture mon amour-nera. A voi piacciono le cuciture sulle card? Io ho avuto un periodo in cui le facevo ovunque, ora la fissazione mi è un pò passata, ma trovo diano sempre quella finitura semplice ma d’effetto.

Io spero, come sempre, che ti sia piaciuto!

Grazie per esser passato di qui..

Sara