Pubblicato il

Mini album “Say Cheese”

Terribilmente in ritardo sulla tabella di marcia, ma io sono così vado di ispirazioni, e dopo aver fatto un album che abbiamo regalato ad un amichetto di mio figlio, ho deciso che quell’album sarebbe stato il primo kit creativo dello shop. Si tratta di un mini molto piccolo e che ho riempito con le foto della mia bambina.

Non lasciatevi trarre in inganno dal titolo dell’album, perchè questo è un lavoro interamente costruito sull’italiano, infatti carte, timbri ed abbellimenti sono tutti in italiano.

Al momento dell’acquisto potrete decidere se prendere solo la dispensa, il kit oppure il kit completo di plancia di timbri. Sulla dispensa troverete tutti gli schemi di taglio, le misure delle foto che ho utilizzato io e le foto delle singole pagine nel caso vogliate replicare fedelmente il progetto.

Io lo adoro, ma chiaramente sono di parte  e spero piaccia anche a voi, alla prossima

antonella 

MATERIALI UTILIZZATI:

Pubblicato il

Inserto traveler’s notebook e sentiments come sfondo

Salve! Per il progetto di oggi ho voluto provare carte e timbri Creative Studio in un formato diverso dal mio solito, ma che sto scoprendo pian piano. Si tratta del Traveler’s Notebook, ovvero una struttura che, attraverso un sistema di elastici, può contenere al suo interno diversi inserti personalizzabili a piacere. L’uso che se ne può fare lascia piena libertà… dal diario di viaggio (da cui prende il nome) all’agenda con gli impegni quotidiani… ed ovviamente si può fare scrapbooking. Abbiamo già visto come le carte Creative Studio abbiano ispirato la realizzazione di queste splendide strutture nel caso di Manu e Silvia. Nel mio avvicinarmi a questo metodo, mi sono concentrata invece sugli inserti, cercando di capire come gestirli e cosa raccontare al loro interno. Per ora utilizzo gli inserti per scrivere il journaling che poi andrà a completare le mie pagine e per fare scrap liberamente… ho un inserto che non ha un tema particolare, racchiude quello che voglio creare in un determinato momento senza la “preoccupazione” del racconto in ordine cronologico o di cercare un senso… lo utilizzo anche solo per provare un’idea, scrappare in un determinato momento una foto che mi ispira, provare un prodotto. In pratica, qualcosa di molto “leggero”.

tn everyday2 by kushi per Creative Studio

Per le pagine che vi propongo oggi ho utilizzato la plancia di timbri “Giorni Meravigliosi”. Si tratta di due pagine affiancate, divise tra loro da una pagina in vellum sulla quale sono incollati foto e journaling. La prima facciata è ricoperta completamente dalla carta #1 della collezione “Collect Beautiful Moment”. Per inserire il vellum non ho fatto altro che ritagliare un rettangolo poco più grande della larghezza della pagina, incollare l’eccesso sotto la patterned paper a sinistra e piegare la carta da lucido. Ho lasciato tutto molto semplice a livello di decorazione perché volevo che si notasse il gioco di timbrate oltre il vellum.

tn everyday by kushi per Creative Studio

Per la seconda parte del layout, ho decorato una facciata timbrando in obliquo i vari sentiments ed elementi decorativi della plancia scelta, ripetuti più volte. Ho timbrato con un tampone nero ad eccezione di una sola frase che voleva essere quella più rappresentativa per le foto ed il journaling. Ho ripreso poi il colore di questa timbrata per altri elementi decorativi come washi ed enamel dots. Ho timbrato la macchina da scrivere sul foglio su cui ho scritto il journaling e l’ho decorata con un puffy sticker a forma di cuore. In questo modo ho voluto realizzare uno sfondo quasi completamente con i sentiments di questa plancia ad affiancare le parole scritte da me nel journaling e allo stesso tempo far da cornice alle fotografie.

tn everyday3 by kushi per Creative Studio

Ho proseguito poi con altre due facciate del mio inserto… perché dovevo assolutamente provare la seconda idea che avevo per i timbri della plancia “Beautiful Flower”. Nel mio primo progetto li ho voluti utilizzare semplicemente timbrati su bianco, ma avrei voluto subito provarli anche embossati in bianco su un fondo colorato. Così ho timbrato la stessa composizione del mio precedente layout, ma su una pagina colorata con un Distress Oxide. Trovo bellissimo anche questo risultato… diciamo che questi fiori sono perfetti per tutto, non trovate?

Alla prossima

Federica

MATERIALI UTILIZZATI:

Pubblicato il

Mini album “Emozioni”

Se devo dirla tutta per me è sempre un pò complicato riuscire a lavorare su un mini senza foto, perché mi trovo ad immaginare il tipo di storia che l’album racconterà. In genere in ogni mio lavoro parto sempre dalla foto, dai suoi colori e dal formato ed intorno a tutto questo costruisco il resto.

Per cui quando invece della foto mi trovo a dover fare i conti con un rettangolo nero, le cose si complicano alquanto devo dire.

Perché oltre ad immaginare i colori della foto, devo immaginare anche tutto il resto: formato ed orientamento. Ecco questa è una cosa che secondo me chi ti commissiona un album deve assolutamente sapere!!

Un lavoro ben riuscito è un lavoro armonico che contempla tutti, ma proprio tutti gli elementi e riesce ad arrivare al cuore solo se il narratore ha raccontato una storia emozionante. Perciò non sottovalutate mai l’importanza delle foto…MAI.

Ora detto questo beccatevi questa non storia e questo mucchietto di foto :-D.

La maggior parte delle decorazioni le ho ottenute ritagliando gli elementi di una carta disegnata proprio per questo uso, e siccome sono una persona che ama osservare le dinamiche dello scrap italiano, la stessa carta utilizza idiomi differenti ma con la stessa grafica e sono pronta a vedere chi vincerà la sfida :-D.

Potete decidere in completa libertà di utilizzare il lato in italiano o quello in inglese, e perché no, anche mixare le due cose insieme. Il mondo appartiene a chi ha il coraggio di osare #sapevatelo!

Nel mio caso ho fatto la scelta precisa di utilizzare l’italiano e voi invece cosa avreste usato?

antonella 

MATERIALI UTILIZZATI

 

Pubblicato il

You & me

Ed eccoci per il mio primo post per CreativeStudio. Sono abbastanza emozionata e felice di essere qui a presentarvi il mio primo progetto realizzato con i prodotti di Anto. Il primo progetto non poteva che essere dedicato a lei, la persona che mi frequenta da 37 anni e mi conosce più di tutti, quella che ha visto ogni mia minima sfaccettatura, da quelle più belle a quelle un po’ meno, forse chi ha una sorella o un fratello potrà capire, ma non è così scontato instaurare un bel rapporto con i propri cari, per quanto prossimi possano essere. Ma lei è la mia “Sorema”, la prima a dirmi sempre di inseguire i miei sogni, di provarci, di non essere troppo severa con me…e quindi non poteva che essere per lei questo mini present emozionale.

Non saprei nemmeno come chiamarlo!!! Ho realizzato una piccola struttura in cartone pressato 11,5×9 cm con un dorsino di 4×9 cm, l’ho decoranto con la carta #4 della collezione “My Little Flower”, solo la mezza parte meno decorata, perchè avevo voglia di giocare con un contrasto di colore. Con le macchie del timbro clear “#Sapevatelo” e un tampone nero ho impresso delle macchie in verticale per creare una specie di texture che ho poi ripreso come singolo elemento ritagliato. Le stesse le ho colorate con distress e ad alcune ho applicato il glossy accent per dare un effetto di tridimensionalità.

L’interno è rivestito di Bazzil White ed è stata realizzata una struttura a fisarmonica in Bazzill Whirlpool a cui sono fissate delle tasche contenenti il pezzo forte del present, le foto, stampate a modi polaroid (eventualmente si può scrivere il luogo, l’anno o altro) che racchiudono momenti bella della nostra lunga avventura, ancora in corso…

Nel retro di ogni foto ho fatto una timbrata con i tanti bei “sentiment” disponibili in clear, in inglese e in italiano.

Ho poi decorato il retro della struttura interna con die cut e timbrate….un ultimo tocco per la chiusura, buchi con crop a dile eyelets oro e un bel nastro in seta, colorato anch’esso con distress.

Vi ho fatto vedere tutto, non mi resta che salutarvi e darvi l’appuntamento al più presto.

Francesca

MATERIALI UTILIZZATI: