Pubblicato il

Home Decor o Salvadanaio?

Eh sì. Questa volta mi sono cimentata con le lettere in 3D. Il Contest del mese mi ha stuzzicato alquanto ed ho voluto anch’io mettermi in gioco con un salvadanaio.

Ho sempre ammirato queste meravigliose letterone giganti e così ho aperto il programma Silhouette e me la sono disegnata. Per chi non ha molta dimestichezza con la grafica può guardare sul web: infatti è molto ricco di tutorial in merito. Inoltre c’è la possibilità di acquistare velocemente ed economicamente i cutfile.

La scelta della lettera S per me non è stata casuale (più avanti vi spiegherò il motivo), ma si possono utilizzare tutte le lettere dell’alfabeto che più ci piacciono.

La nuova collezione Mademoiselle Gigì mi ha ispirato moltissimo e le nuove cornici in legno si prestano ottimamente per la realizzazione di Home Decor. Finalmente sono riuscita ad utilizzare il tulle, la paglia, il legno, il metallo…insomma davvero una moltitudine di materiali per un salvadanaio molto ricco che sarà quasi sicuramente sempre vuoto. Perchè? Avete notato che le parole “Shopping” e “Scrap” iniziano con la lettera “S” ? La prossima volta forse utilizzerò la P. Avete capito a cosa si riferisce?  😉 Non vi risparmio nemmeno un grandissimo abbraccio. Dopo le immagini potrete trovare gli articoli di Creative Studio che ho utilizzato. A presto.

 

 

 

Eleonora

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

Pubblicato il

Ninna nanna in una busta.

Conoscete Ruby Silvious? E’ un’artista eccezionale che disegna su bustine di tè per creare meravigliose illustrazioni. Ho tenuto da parte decine di bustine per cimentarmi, ma purtroppo non le ho ancora mai usate. E infatti nemmeno questa volta ci sono riuscita.

Quando mi hanno chiesto un piccolo packaging per un neonato (Andrea) ho pensato subito alle bustine di camomilla. Questa bevanda concilia il sonno ai piccolini ed è comunque di buon auspicio soprattutto per i genitori 😉 La mia Asia quando era bambina ne consumava a litri ed ancora oggi tra noi esiste il rito della buonanotte accompagnato dalle nostre tisane preferite.

Ma torniamo alla nostra bustina di camomilla: l’effetto a parer mio è davvero molto bello anche se non abbiamo tempo di disegnarci sopra, ma soltanto di spatasciarci. Ho realizzato il packaging utilizzando un unico foglio 30X30. Successivamente ho aperto e svuotato la bustina della mia camomilla lasciata asciugare velocemente sul termosifone (in questo modo la carta assume quel colorino vintage che mi piace molto). Ho passato una piccola base di acrilico bianco e con il blending tool ho sfumato leggermente i Distress Ink. Ho timbrato qua e là con i Distress Oxide e abbellito con questa splendida collezione di Die Cuts a tema. Al filo della bustina ho incollato l’iniziale del nome, ho inserito il tutto in un sacchettino bianco di tulle et voilà: il packaging è pronto. Cosa ve ne pare? Un’idea semplice e relativamente veloce ma di sicuro effetto.

Nel frattempo continuo a tenere da parte le bustine del tè usate come non ci fosse un domani…chissà che non trovi l’ispirazione. A presto.

Eleonora

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

 

 

Pubblicato il

Shadow box Card o Acchiappasogni?

Mi hanno sempre affascinato le leggende degli acchiappasogni e sembra ne esistano almeno più di due. Il più comune acchiappasogni è composto da cerchi, perline e piume. Sembra che trattenesse i sogni negativi facendoli svanire con le prime luci del mattino, lasciando i sogni positivi liberi di fluire attraverso le piume. In seguito ho scoperto che appendendolo fuori dalle tende (nelle tribù americane ed indiane) aveva un’altra funzione e cioè quella di identificare la professione eccellente del suo proprietario.

A me piacciono un sacco le piume e quindi tra magia è realtà ne ho approfittato per realizzarne uno a modo mio che trattenesse il fascino e il valore simbolico attribuito dalle leggende.

Ho preparato una shadow box card incollando dei vecchi jeans (appartenuti alla persona che avrebbe ricevuto il dono) su un bazzil bianco dopo aver precedentemente ritagliato la parola DREAM con la Cameo Silhouette. Ho cucito la copertina con la macchina da cucire, incollato la cornice sulla copertina rigida e inserito piume e piumette a volontà. Le carte e gli abbellimenti di Creative Studio hanno fatto il resto. Questo bellissimo set si adatta perfettamente al mio progetto. Cosa ne pensate? La mia bambina con questo acchiappasogni non avrà più paura di sognare. 🙂 Buona visione e sogni sereni a tutti quanti.

 

 

Eleonora

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

Pubblicato il

Una scatolina da scrivania

Quando Mariella ha proposto il tema del nuovo contest per il gruppo facebook, come??!??! non sapete che esiste un gruppo facebook di Creative Studio, esiste esiste ed è un gruppetto per il quale stiamo pensando a tante belle cosine, quindi che ci fate ancora qui, andate di corsa ad iscrivervi 😊😊😊😊, vi lascio il link qui. Dicevo, quando mariella ha proposto il nuovo tema, noi del creative team abbiamo strabuzzato gli occhietti e rizzato le orecchie tant’è che come avete visto nei giorni passati, ognuno ha dato una sua personale interpretazione.

Il vincolo era realizzare una scatolina che contenesse una foto, ed io ho pensato ad un porta oggetti per la mia scrivania che è sempre stracolma di cose sparse qua e la.

Ho scrappato una foto di questa estate di me e mia sorella, foto che volevo proprio avere sotto gli occhi tutti i giorni, quando lavoro, quando mi sbatto di qua e li la tra le mille mila cosa a cui pensare, nei momenti di sconforto quando mi sembra di non farcela in un mondo che a tratti faccio fatica a comprendere, quando ho bisogno insomma di sentirmi a casa, ed è così che è nata questa scatolina.

Vi lascio il video tutorial di questo lavoro, che è davvero semplicissimo a patto che possediate una envelope punc board, e se non ce l’avete ancora dovete assolutamente rimediare quanto prima.

alla prossima

antonella

MATERIALI UTILIZZATI:

 

 

Pubblicato il

Unconventional LOVE. Chi mi (L)ama mi segua

Potevo non partecipare anch’io al contest del Gruppo di Creative Studio? Assolutamente no perchè l’idea era moolto sfiziosa. Ho preparato per l’occasione una scatoletta porta segnalibro; facilissima da preparare, con le carte del bellissimo pad “Collect Beautiful Moment” dai colori pastello effetto acquerellato.

Subito dopo ho provato l’irrefrenabile desiderio di spatasciare! Giuro, io non volevo!! Ma questo set mi ha proprio obbligata. Ho deciso quindi di realizzare un soggetto che desideravo disegnare da molto tempo. Girovagando sul web ho trovato varie illustrazioni di lama e così ho preso carta e pennelli e ho personalizzato quella che mi piaceva di più.

Ho utilizzato i Distress Oxide e INK (esiste anche un video tutorial), successivamente scannerizzato l’immagine e stampata su Bazzil white. N.B. Questo metodo mi permette di utlizzare la stessa immagine più volte.

I die cuts di Antonella hanno fatto il resto perché da “AMA” a “LAMA” poi il passo è stato davvero breve 😉 e quindi: chi Vi Lama Vi segua sulla “sulla strada x la felicità”.

Spero di avervi dato una piccola idea per un pensiero da donare alla/e persone che vi rendono felici. A presto.

 

 

 

Eleonora

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

 

Pubblicato il

Un mini album dentro una scatola

Buongiorno a tutti! Oggi vi tengo compagnia con un progetto che è nato pensando al contest , scrappare una scatolina, che è partito qualche giorno fa nel gruppo Creative Studio su Facebook che trovate a questo link.  Pensa che ti ripensa ho deciso di approfittare dell’avvicinarsi di San Valentino e proporvi un mini album nascosto dentro una piccola scatola, voi direte tutto qui?! Ma c’è il trucco perché il mini è praticamente incollato da una parte alla base e da una parte al coperchio. Da questa foto si vede.

Per prima cosa ho costruito la scatolina: ho ritagliato dal cartone vegetale per la base un  quadrato di cm 10 x 10  e 4 strisce di cm 10×2,5 e per il coperchio un quadrato di cm 9,5×9,5. Ho poi rivestito tutta la scatola con un cartoncino leggero bianco panna e poi ho decorato con la pattern tutti i lati lasciando per ultimo le due parti interne della base e del coperchio.

 

Ho ritagliato da  un cartoncino  da cartoleria una lunga striscia di 54 cm , ho cordonato prima a cm 1,5 e poi a cm 8,5 per tutta la lunghezza della striscia, ho poi piegato a fisarmonica. Ho stampato sei foto in bianco e nero della misura di 7 cm creando un bordino bianco per la mattatura. Ho decorato le pagine alternano foto e decorazioni  utilizzando timbri, die cuts e oxide.

 

Una volta finito di decorare la fisarmonica ho incollato le due strisce di cm 1,5 alla base della scatola e al coperchio. Infine ho rivestito con la pattern le due parti per coprire le strisce e per rifinire.

 

 

 

 

Infine utilizzando la tavoletta Happy jig ho creato due cuori  con il filo di alluminio color gold rose che si abbinava benissimo alle carte e li ho cuciti al coperchio. In questo modo tirando in su i cuori  viene fuori una fisarmonica di foto e decorazioni con frasi e fiori, più o meno come un mago che tira fuori un coniglio dal cappello.

Il progetto è finito, spero vi sia piaciuto e che vi sia d’ispirazione.

Al prossimo post

Cinzia

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

Pubblicato il

Scatolina dei ricordi

Buongiorno a tutti e ben ritrovati sul blog di Creative Studio. Domandina del mattino, ma seguite anche il gruppo fb? Nello specifico si chiama “Gruppo di Creative Studio” e lo trovate a questo link. Ve lo chiedo perché proprio oggi parte un nuovo contest, dove si possono vincere dei buoni sconto o dei prodotti marchiati Creative Studio. E proprio per questa occasione, il mio primo progetto mensile del Dt è dedicato a questo contest. Curiosi? Si parla di scatole e scatoline, io e le adoro, le ho sempre adorate e ogni scatolina mi sembra perfetta per conservare qualcosa, che siano cose materiali e semplicemente un ricordo.

Da questo mio pensiero è nata la mia personale interpretazione della scatolina “scrappata”.

La mia scatolina è pensata come una scatolina/bomboniera per una cerimonia. La struttura è realizzata con un foglio di Bazzill bianco, mentre le decorazioni sono state realizzate con le carte pattern della collezione Sky Blue. E’ stata realizzata un modo da contenere confetti, cioccolatini o magari un prezioso una volta terminata la cerimonia. Io l’ho pensata ad esempio per un battesimo, visti i colori e avendo un figlio che non supera i 5 anni. All’interno ho inserito un sacchetto di tulle cucito con 5 confetti celesti.

Ma volete vedere come si apre?

Spero vi sia piaciuta e che partecipiate numerosi al contest.

A presto

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

Pubblicato il

Una calzetta speciale

Ciao a tutti e ben ritrovati sul blog di Creative Studio, buon anno!! Avete passato bene le feste? …oggi è Epifania e il detto vuole che le feste porta via, quindi ho realizzato un ultimo progettino dal sapore festoso per poi passare ai nuovissimi prodotti dello shop, li avete visti? sono troppo wow, li potete trovare QUI.

Il mio Thomas ieri ha posizionato la sua nuova calzetta personalizzata sotto l’albero insieme ai viveri per la befana, una vecchina dal naso lungo che volando sul manico di una scopa porta i dolci ai bimbi bravi, che bella questa magia, ogni tanto gli dico che se non fa il bravo chiamo la befana, un giorno mi sono sentita rispondere che io non avevo il suo numero e che non potevo conoscerla, sorridendo ho detto “certo che la conosco, e quando sarai grande probabilmente la conoscerai anche tu!!”  Spero tanto che riguardando le cose che ho realizzato per lui, possa ricordare di questi magici momenti che ho provato a fermare nel tempo.

Ma ora veniamo al progetto altrimenti divento troppo malinconica.

Ho pensato alla vecchia vestita di tessuti strappati e consumati, un po’ come un patchwork che appunto significa “lavoro con le pezze” e quali miglior pezze se non tutti i ritagli di carta che abbiamo nei cassetti? Eh si proprio gli avanzi dei vostri lavori possono diventare qualcosa, in questo caso una dolce calzetta per il mio Thomas.

Ovviamente porsonalizzata e con una foto ben identificativa, perchè la befana deve sapere bene con chi ha a che fare, la faccia la dice lunga! 

Per realizzare questa calzetta speciale ho ritagliato die forme, una su carta bazzill e una su carta vellum, così da creare l’effetto vedo non vedo delle classiche calze che si trovano in commercio già pronte, poi con l’aiuto di una terza sagoma realizzata con carta da recupero, ho diviso la calza in sezioni, queste sezioni sono state ritagliate e riportate su carta pattern, cucendo i vari lati e rovinando la carta sul bordo si è creato l’effetto stoffa rovinata che avevo in mente.

I vari ritagli di carta sono stati attaccati alla base con un punto di colla solo al centro. Ho unito inoltre la base di bazzill bianco e il vellum con un punto a zig zag.

La lettera “T” invece è stata creata con l’aiuto della silhouette, ritagliata tante volte su carta da riciclo bianca, e poi su carta pattern. Le parti di riciclo una volta incollate tra loro sono state colorate ai bordi con un colore a tempera rosso perlato, una volta asciugato è stata incollata sul fronte e sul retro la pattern, effettuato il foro con la crop a dile ho realizzato qualche decorazione vicino alla foto.

E con questo primo progetto targato 2019 non mi resta che salutarvi.

A presto

Francesca

Pubblicato il

Lettere dal polo nord

Bene bene, ed eccoci qui a pochissimi giorni dal tanto atteso Natale! Qualche giorno fa parlavo con una mia amica di quanto mi piacerebbe rivivere il Natale con la spensieratezza dei bambini, scrivendo la letterina a Babbo Natale invece di inviare un link di acquisto a mio marito, di andare alla ricerca dei regali per casa invece di doverli nascondere con pessime riuscite, di mettere latte, biscotti e carote sotto l’albero invece di doverli mangiare! …ecco vorrei un Natale senza stress, invece credo che anche se iniziassi tipo a giugno a prepararmi per questa festa, non sarei comunque pronta! Ma forse quest’anno qualcosa per me, che sono un po’ come lo “scarparo” che va via con le scarpe rotte, riuscirò ad avere! Chiudi pacco hand made! …e passa la paura.

Si tratta di piccole bustine realizzate con la mini envelope punch board della We R memory keepers, a cui ho aggiunto un buffo orsetto che spunta da dentro per portare l’augurio, direttamente dal Polo Nord.

Per realizzare le bustine ho utilizzato la collezione di carte di Natale nel Cuore, ritagliando un quadrato di 3 pollici e 1/8, ho poi “cordonato” e “punchato” a 1 pollice e 3/4 ma solo nei due lati opposti in modo da far venire la bustina rettangolare. Per il timbro ho utilizzato della carta liscia, adatta alla colorazione a matita, timbrato con archival ink e colorato con le prisma color solo nella parte alta dello stampo. Ho poi ritagliato con le forbici di precisione lasciando circa 1 mm di bordo bianco su tutto il contorno del timbro. All’interno ho messo un bigliettino piegato per scrivere i miei auguri.

Più tempo per descriverli che per farli, quindi se siete ritardatari come me siete ancora in tempo per fare la vostra bella figura.

Non mi resta che augurarvi Buon Natale e Buone feste, sperando che sotto l’albero ci sia ciò che più desiderate.

Un abbraccio

Francesca 

PRODOTTI UTILIZZATI:
Pubblicato il

Special Guest ⇢ Monica Novella Bassan

Ed eccoci con il da poco consueto appuntamento mensile con le nostre guest, questa volta è il turno di Monica Novella Bassan, una bravissima creativa.

 

Ciao! Mi presento, sono Monica ho 25 anni e abito in provincia di Padova. Ho conosciuto lo scrapbooking circa 4 anni fa e me ne sono innamorata follemente. Nasco come Cardmakers, ho sempre fatto card fin da bambina, ogni anno a Natale creavo biglietti da regalare a tutti, alle medie e alle superiori riempivo i diari con foto, scritte e cose varie. Poi quando ho scoperto lo scrap, sono entrata nel mondo dei mini album e dei layout. Proprio quest’ultimi sono per me come il pensatoio per Silente, un luogo dove far defluire tutti i ricordi, per poi ripescarli nei momenti più opportuni.
Il progetto che vi mostro oggi in qualità di guest, è un piccolo pensiero goloso fatto ad amiche “scrappose”. Sono scatoline con all’interno una busta di cioccolata calda solubile, e le trovo perfette sia come regalo non impegnativo ma anche come segnaposto per il pranzo di Natale. Ho utilizzato un bazzill bianco per fare la struttura delle scatoline, che poi ho chiuso tramite i fori, con un nastro di raso rosso. Con il pad 15×15 della collezione di Creative Studio “Natale all’improvviso”, ho rivestito l’esterno delle scatoline. Con i die cut della stessa collezione ho creato degli abbellimenti realizzando un po’ di stratificazioni per dare profondità e tridimensionalità alla decorazione.  Ho utilizzato delle strisce di patterned strappate sui bordi per poi incollare sopra i die cut e la scritta con il mio augurio per un Buon Natale. Infine per completare la decorazione ho inserito del twine bianco e rosso e degli enamel dots. Il progetto di per se è molto semplice, e devo dire che le mie amiche sono state molto contente apprezzando il mio piccolo pensiero.
Un bacio

PRODOTTI UTILIZZATI: