Pubblicato il

Tanti auguri a te.

Se avete avuto la possibilità di leggere la mia breve presentazione sul blog di Creative Studio, saprete che la responsabile principale del mio avvicinamento a questo meraviglioso hobby fatto di carta magica e tanto altro è mia sorella Stefania.

Il piccolo Lapbook che oggi vi propongo è proprio ispirato ad un regalo che lei mi donò in tempi non sospetti. Si tratta di un piccolo pieghevole, realizzato con taschine, pensieri e piccoli doni. Può essere realizzato in moltissimi modi e può avere molteplici forme, pieghe e contenuti. D’altronde “Lap” significa “grembo, piega, falda” e il verbo “to lap” significa “avvolgere, piegare, ripiegare, sovrapporre, sovrapporsi”. Questo progetto quindi si presta davvero tanto a contenere oggetti, foto od entrambe le cose.

Lei è il mio faro, c’è sempre e non si risparmia mai. Costantemente in prima linea mi stimola tantissimo. Ho voluto ricambiare queste attenzioni nei miei confronti con un piccolo pensiero a lei dedicato in quanto il 25 maggio sarà il suo compleanno. Auguri sister. Ti voglio un mondo di bene. Torna presto in Italia.

Vi lascio alle immagini e spero di avervi ispirato. Ci vediamo. SMACK!!

Eleonora

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

Pubblicato il

Un Centrotavola Fiorito

Siamo al rush finale, ed inaspettatamente sono sul pezzo cavoli!!! parlo delle cresima di mia figlia. Mancano poco meno di 3 settimane, ed ho tutto quasi pronto, inviti, cadeaux ed oggi tocca al centrotavola che sistemerò sui tavoli dell’agriturismo. Come vi avevo già detto, il filo conduttore di tutta la stationery è il giallo e per questo lavoro ho scelto la pattern #6 dell’ultima nata in casa Creative Studio “Mademoiselle Gigì”.

Proprio perché volevo compagnia in questi preparativi, per il contest del gruppo facebook, trovate il link per iscrivervi qui, ho scelto il tema cerimonia 😊😊😊, perciò ragazze fatevi sotto e fatemi vedere i vostri lavori. Potete postare di tutto: confettate, inviti, segnaposto, centrotavola. Il premio per il vincitore è una gift card del valore di € 25 da spendere in prodotti Creative Studio.

Inoltre, di questo lavoro ho pensato di condividere lo schema di taglio e di regalarlo a tutti gli iscritti alla newsletter. Una volta che avrò terminato il montaggio del video, troverete nella vostra casella di posta un pdf che vi permetterà di costruire lo stesso centro tavola e vi mostrerò anche come fare, ma questo è un regalo che riserverò solo a chi mi segue con affetto tramite newsletter… siete ancora in tempo per iscrivervi ehhh , vi lascio il link qui.

Ci si vede prestissimo sul canale You Tube… stò lavorando per voi ❤️….

antonella

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

antonella

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

Pubblicato il

Cerimonie che passione!!!

Ciao a tutti e ben ritrovati! Vi ho mai detto quanto mi è piaciuta la collezione Sky Blue? Credo sia una delle collezione che più mi piace, dal sapore un po’ romantico, con le sue fredde sfumature di colore, la adoro, sia per i progetti di scrapbooking, sia per il papercrafting.

Per chi ancora non lo sapesse, su Facebook è presente un gruppo dedicato a Creative Studio, che potete trovare qui! In questo gruppo ogni mese viene organizzato un contest, con dei vincoli di gioco, questo mese Antonella ha pensato bene di indire il contest a tema cerimonie, potevo mai esimermi dal proporre un progettino che avesse a che fare con il wedding? Assolutamente no… e quindi eccomi qui, con un paio di idee creative, ovviamente ho utilizzato la Sky Blue.

Vi invito a partecipare, perchè ogni mese potrete mettervi alla prova con vincoli sempre diversi e stimolanti, ed inoltre potete vincere un premio.

Ora vi lascio al mio progetto

Ho sempre adorato questo formato di partecipazione o invito, è un 10×10 cm. Conciso ma elegante ed è perfetto per poter utilizzare la journaling card di questa collezione. Abbinato alla carta Kraft e al vellum per chiamare quell’elegante rustico che tanto mi piace nei matrimoni.

Non poteva ovviamente mancare la scatolina, che può essere usata sia come porta confetti già pronta, oppure come scatolina da far riempire agli invitati nel tavolo della confettata. Un cubo della dimensione di circa 6×6 cm, ma essendo le decorazioni attaccate alla scatola, si può pensare di farla anche più grande!

Infine, ma non meno importante, abbiamo una scatola ben più grande, 20×20 cm di base e altezza, e 6 cm di profondita, in base a come viene lavorata possiamo utilizzarla come scatola porta bomboniere, magari con all’interno un bel mini album o una cornice, oppure come Wedding bag da mettere sulle sedie degli invitati con all’interno il necessario che varia da sposi a sposi.

Peccato essermi già sposata e non aver avuto queste carte sotto mano.

Aspetto di vedere le vostre cerimonie

A presto

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:
Pubblicato il

C’è posta per te

Ci eravamo lasciati con delle idee buttate giù per la cresima di mia figlia. Se vi siete perse i post e non resistete all’idea di sapere di cosa stò parlando… mi riferivo a questo e a questo. Nel post di oggi invece vi parlerò del packaging a cui ho pensato per i party favors. Ah così giusto per la cronaca… inviti e cornici sono già pronti 😎.

Cercando di mantenere il filo conduttore di tutto che è il giallo, ho deciso di lavorare con una pattern della collezione “Collect Beautiful Moment” e come legame con il contenuto ho utilizzato anche il millerighe bianco.

Nel process video di questo lavoro vi parlerò di un validissimo tool on line messo a disposizione da Annaelle con cui utilizzare la envelope punch board diventa davvero un gioco da ragazzi… vedrete  vedrete se no  ho ragione 😊.

Ci si vede sul tubo

antonella

MATERIALI UTILIZZATI:
Pubblicato il

Home Decor o Salvadanaio?

Eh sì. Questa volta mi sono cimentata con le lettere in 3D. Il Contest del mese mi ha stuzzicato alquanto ed ho voluto anch’io mettermi in gioco con un salvadanaio.

Ho sempre ammirato queste meravigliose letterone giganti e così ho aperto il programma Silhouette e me la sono disegnata. Per chi non ha molta dimestichezza con la grafica può guardare sul web: infatti è molto ricco di tutorial in merito. Inoltre c’è la possibilità di acquistare velocemente ed economicamente i cutfile.

La scelta della lettera S per me non è stata casuale (più avanti vi spiegherò il motivo), ma si possono utilizzare tutte le lettere dell’alfabeto che più ci piacciono.

La nuova collezione Mademoiselle Gigì mi ha ispirato moltissimo e le nuove cornici in legno si prestano ottimamente per la realizzazione di Home Decor. Finalmente sono riuscita ad utilizzare il tulle, la paglia, il legno, il metallo…insomma davvero una moltitudine di materiali per un salvadanaio molto ricco che sarà quasi sicuramente sempre vuoto. Perchè? Avete notato che le parole “Shopping” e “Scrap” iniziano con la lettera “S” ? La prossima volta forse utilizzerò la P. Avete capito a cosa si riferisce?  😉 Non vi risparmio nemmeno un grandissimo abbraccio. Dopo le immagini potrete trovare gli articoli di Creative Studio che ho utilizzato. A presto.

 

 

 

Eleonora

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

Pubblicato il

Ninna nanna in una busta.

Conoscete Ruby Silvious? E’ un’artista eccezionale che disegna su bustine di tè per creare meravigliose illustrazioni. Ho tenuto da parte decine di bustine per cimentarmi, ma purtroppo non le ho ancora mai usate. E infatti nemmeno questa volta ci sono riuscita.

Quando mi hanno chiesto un piccolo packaging per un neonato (Andrea) ho pensato subito alle bustine di camomilla. Questa bevanda concilia il sonno ai piccolini ed è comunque di buon auspicio soprattutto per i genitori 😉 La mia Asia quando era bambina ne consumava a litri ed ancora oggi tra noi esiste il rito della buonanotte accompagnato dalle nostre tisane preferite.

Ma torniamo alla nostra bustina di camomilla: l’effetto a parer mio è davvero molto bello anche se non abbiamo tempo di disegnarci sopra, ma soltanto di spatasciarci. Ho realizzato il packaging utilizzando un unico foglio 30X30. Successivamente ho aperto e svuotato la bustina della mia camomilla lasciata asciugare velocemente sul termosifone (in questo modo la carta assume quel colorino vintage che mi piace molto). Ho passato una piccola base di acrilico bianco e con il blending tool ho sfumato leggermente i Distress Ink. Ho timbrato qua e là con i Distress Oxide e abbellito con questa splendida collezione di Die Cuts a tema. Al filo della bustina ho incollato l’iniziale del nome, ho inserito il tutto in un sacchettino bianco di tulle et voilà: il packaging è pronto. Cosa ve ne pare? Un’idea semplice e relativamente veloce ma di sicuro effetto.

Nel frattempo continuo a tenere da parte le bustine del tè usate come non ci fosse un domani…chissà che non trovi l’ispirazione. A presto.

Eleonora

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

 

 

Pubblicato il

Shadow box Card o Acchiappasogni?

Mi hanno sempre affascinato le leggende degli acchiappasogni e sembra ne esistano almeno più di due. Il più comune acchiappasogni è composto da cerchi, perline e piume. Sembra che trattenesse i sogni negativi facendoli svanire con le prime luci del mattino, lasciando i sogni positivi liberi di fluire attraverso le piume. In seguito ho scoperto che appendendolo fuori dalle tende (nelle tribù americane ed indiane) aveva un’altra funzione e cioè quella di identificare la professione eccellente del suo proprietario.

A me piacciono un sacco le piume e quindi tra magia è realtà ne ho approfittato per realizzarne uno a modo mio che trattenesse il fascino e il valore simbolico attribuito dalle leggende.

Ho preparato una shadow box card incollando dei vecchi jeans (appartenuti alla persona che avrebbe ricevuto il dono) su un bazzil bianco dopo aver precedentemente ritagliato la parola DREAM con la Cameo Silhouette. Ho cucito la copertina con la macchina da cucire, incollato la cornice sulla copertina rigida e inserito piume e piumette a volontà. Le carte e gli abbellimenti di Creative Studio hanno fatto il resto. Questo bellissimo set si adatta perfettamente al mio progetto. Cosa ne pensate? La mia bambina con questo acchiappasogni non avrà più paura di sognare. 🙂 Buona visione e sogni sereni a tutti quanti.

 

 

Eleonora

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

Pubblicato il

Una scatolina da scrivania

Quando Mariella ha proposto il tema del nuovo contest per il gruppo facebook, come??!??! non sapete che esiste un gruppo facebook di Creative Studio, esiste esiste ed è un gruppetto per il quale stiamo pensando a tante belle cosine, quindi che ci fate ancora qui, andate di corsa ad iscrivervi 😊😊😊😊, vi lascio il link qui. Dicevo, quando mariella ha proposto il nuovo tema, noi del creative team abbiamo strabuzzato gli occhietti e rizzato le orecchie tant’è che come avete visto nei giorni passati, ognuno ha dato una sua personale interpretazione.

Il vincolo era realizzare una scatolina che contenesse una foto, ed io ho pensato ad un porta oggetti per la mia scrivania che è sempre stracolma di cose sparse qua e la.

Ho scrappato una foto di questa estate di me e mia sorella, foto che volevo proprio avere sotto gli occhi tutti i giorni, quando lavoro, quando mi sbatto di qua e li la tra le mille mila cosa a cui pensare, nei momenti di sconforto quando mi sembra di non farcela in un mondo che a tratti faccio fatica a comprendere, quando ho bisogno insomma di sentirmi a casa, ed è così che è nata questa scatolina.

Vi lascio il video tutorial di questo lavoro, che è davvero semplicissimo a patto che possediate una envelope punc board, e se non ce l’avete ancora dovete assolutamente rimediare quanto prima.

alla prossima

antonella

MATERIALI UTILIZZATI:

 

 

Pubblicato il

Unconventional LOVE. Chi mi (L)ama mi segua

Potevo non partecipare anch’io al contest del Gruppo di Creative Studio? Assolutamente no perchè l’idea era moolto sfiziosa. Ho preparato per l’occasione una scatoletta porta segnalibro; facilissima da preparare, con le carte del bellissimo pad “Collect Beautiful Moment” dai colori pastello effetto acquerellato.

Subito dopo ho provato l’irrefrenabile desiderio di spatasciare! Giuro, io non volevo!! Ma questo set mi ha proprio obbligata. Ho deciso quindi di realizzare un soggetto che desideravo disegnare da molto tempo. Girovagando sul web ho trovato varie illustrazioni di lama e così ho preso carta e pennelli e ho personalizzato quella che mi piaceva di più.

Ho utilizzato i Distress Oxide e INK (esiste anche un video tutorial), successivamente scannerizzato l’immagine e stampata su Bazzil white. N.B. Questo metodo mi permette di utlizzare la stessa immagine più volte.

I die cuts di Antonella hanno fatto il resto perché da “AMA” a “LAMA” poi il passo è stato davvero breve 😉 e quindi: chi Vi Lama Vi segua sulla “sulla strada x la felicità”.

Spero di avervi dato una piccola idea per un pensiero da donare alla/e persone che vi rendono felici. A presto.

 

 

 

Eleonora

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

 

Pubblicato il

Un mini album dentro una scatola

Buongiorno a tutti! Oggi vi tengo compagnia con un progetto che è nato pensando al contest , scrappare una scatolina, che è partito qualche giorno fa nel gruppo Creative Studio su Facebook che trovate a questo link.  Pensa che ti ripensa ho deciso di approfittare dell’avvicinarsi di San Valentino e proporvi un mini album nascosto dentro una piccola scatola, voi direte tutto qui?! Ma c’è il trucco perché il mini è praticamente incollato da una parte alla base e da una parte al coperchio. Da questa foto si vede.

Per prima cosa ho costruito la scatolina: ho ritagliato dal cartone vegetale per la base un  quadrato di cm 10 x 10  e 4 strisce di cm 10×2,5 e per il coperchio un quadrato di cm 9,5×9,5. Ho poi rivestito tutta la scatola con un cartoncino leggero bianco panna e poi ho decorato con la pattern tutti i lati lasciando per ultimo le due parti interne della base e del coperchio.

 

Ho ritagliato da  un cartoncino  da cartoleria una lunga striscia di 54 cm , ho cordonato prima a cm 1,5 e poi a cm 8,5 per tutta la lunghezza della striscia, ho poi piegato a fisarmonica. Ho stampato sei foto in bianco e nero della misura di 7 cm creando un bordino bianco per la mattatura. Ho decorato le pagine alternano foto e decorazioni  utilizzando timbri, die cuts e oxide.

 

Una volta finito di decorare la fisarmonica ho incollato le due strisce di cm 1,5 alla base della scatola e al coperchio. Infine ho rivestito con la pattern le due parti per coprire le strisce e per rifinire.

 

 

 

 

Infine utilizzando la tavoletta Happy jig ho creato due cuori  con il filo di alluminio color gold rose che si abbinava benissimo alle carte e li ho cuciti al coperchio. In questo modo tirando in su i cuori  viene fuori una fisarmonica di foto e decorazioni con frasi e fiori, più o meno come un mago che tira fuori un coniglio dal cappello.

Il progetto è finito, spero vi sia piaciuto e che vi sia d’ispirazione.

Al prossimo post

Cinzia

PRODOTTI UTILIZZATI: