Pubblicato il

Baby boy shadow box

Aiutoooooooo sono entrata in fissa con le shadow box e da qualche tempo ne creo un’infinità, ogni occasione è buona per realizzarne una. Questa volta accompagnerà il dono preso per un nuovo bimbo, invece della solita card ho pensato a qualcosa che i genitori possano mettere nella sua camera.

Ovviamente sono state perfette, per l’occasione, le carte e le die cuts Creative Studio della collezione “Piccolo Viaggiatore”, all’interno della box ho inserito delle palline che hanno trasformato una semplice shadow box in una particolare shaker shadow box 😉

 

E ora non mi resta che mostrarvi qualche foto!

A presto

Emanuela

 

PRODOTTI UTILIZZATI

Pubblicato il

Bottoni mon amour

Ciao a tutti!
Sono qui oggi, super in ritardo, con un progetto un po’ diverso dal solito: chi mi conosce bene sa quanto ami i bottoni (ne ho una collezione infinita), adoro le vecchie cartine di bottoni che ormai, purtroppo, non si trovano più così facilmente..
Da qui l’idea di creare una mia cartina di bottoni: queste barchette mi sembravano perfette, ma nulla vieta di provarci con qualsiasi altro timbro CreativeStudio: le foglie, il trenino, i pennelli, il tocco…
Ovviamente per realizzarli ci sarà bisogno del PolyShrink, un foglio di plastica con una caratteristica particolare, infatti, se scaldato questo si riduce (mi sembra dell’80%) e si inspessisce.
Una volta fatta la cartina di bottoni, mi sono fatta prendere la mano e ho creato un portachiavi che mi piace tantissimo, anche perché l’abbinamento azzurro/rosso scuro è uno dei miei preferiti!
Io l’ho fatto per provare, ma mentre realizzavo il portachiavi ho pensato che fosse perfetto per fare delle bomboniere o un piccolo regalo!
Vi lascio a delle foto più nel dettaglio..
Spero che vi piaccia, anche se non è proprio un progetto scrap!
A presto
Pubblicato il

I colori della vita

Mi ricordo ancora la frase che una mia ex collega di lavoro mi scrisse in un bigliettino in quel lontano 2008 quando per la prima delle due volte mi licenziai per “inseguire” i miei sogni, ricordo che accompagnava una scatola di acquerelli e la frase diceva così:

“AVETE IL PENNELLO, AVETE I COLORI, DIPINGETE IL VOSTRO PARADISO..E POI ENTRATECI”

Nikos Kazantzakis

Mi è piaciuta subito dalla prima letta e ancora adesso a distanza di 10 anni la adoro.

La prima volta che ho lasciato il lavoro l’ho fatto proprio per scelta mentre la seconda più per necessità familiari, ma alla fine anche se in modo molto diverso da come me lo ero immaginata, i miei sogni li ho inseguiti, e li ho tra le mani…li vivo quotidianamente!

Probabilmente questa card che ho realizzato per CreativeStudio è nata proprio per ricordarmi che sono io a dare il colore alla mia vita, e che sono sempre io l’artefice di essa, spesso si presta più attenzione alle cose che non abbiamo, o alle cose tristi che ci capitano, mentre la felicità è un attimo e bisogna vivere di piccoli attimi.

 

Quello che auguro a voi che siete qui è di dipingere la vostra vita dei vostri colori preferiti, vivendo tantissimi attimi di felicità.

A presto

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:
Pubblicato il

Il cuore oltre l’ostacolo

A me è sempre piaciuto andare a scuola. Forse perché ero una bambina ubbidiente e fiduciosa e quando il mio papà mi diceva che andare a scuola era bello ci credevo senza tentennamento alcuno.

Di fatto mi sono accorta che non è così per tutti, anzi per alcuni bambini la ripresa scolastica è un vero e proprio trauma. Oddio, a volte mi sembrano più personcine appena uscite dall’Actor Studio tanto la fanno tragica per 5 pagine da studiare nel fine settimana… ma non mi sembra una cosa carina esternare ad un bambino di 8 anni tutto il mio cinismo… e così ho pensato che potevo fare una Card per provare a dire come penso io debba essere presa la scuola.

Questa card qui ha un destinatario preciso. E’ il mio amico Giovanni che in questi giorni ha iniziato con estrema sofferenza la IV elementare (… beata innocenza.. ma si può…?!?!?). Ho usato la nuova release di Creative Studio che è proprio dedicata alla scuola.

Anzi, no… allo STUDIO ed a tutto quello che dovrebbe essere per una giovane mente curiosa.

Antonella in questa collezione si è superata davvero. E’ la più bella di sempre per tutta una serie di motivazioni che spaziano dalla grafica, alla quantità di materiale (ci sono badge, carte e die cuts…), ma io ancora una volta vi chiedo di soffermarvi con me sui sentiment.

Più di ogni altra collezione di Creative Studio questi sentiment sono un augurio ed un incitamento fortissimi. Esprimono positività da ogni singola parola.
E’ stato davvero un grande piacere usarli.

I set sono ben 4 e si possono usare fra di loro con estrema facilità. Il tema della SCOPERTA e della CURIOSITA’ la fanno da padroni al punto che non può certo definirsi una release solo per il primo e l’ultimo giorno di scuola. Io personalmente la consiglio ad ogni genitore: qui vengono fuori card spaziali per festeggiare un bel traguardo, ma anche bigliettini da far trovare nel diario per incitare a riprendersi dopo un brutto voto…

Mi piacciono un sacco… Si vede?

Beh.. Giovannino ha apprezzato e la volta dopo avergli consegnato questa card mi ha raccontato con entusiasmo che quest’anno studierà le foglie e l’aria … io onestamente spero che il programma sia più articolato, ma è di certo un buon inizio…

Grazie a tutti per essere passati di qua

Alla prossima

M!R

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

Pubblicato il

Calde coccole

Con Paola ci siamo conosciute al corso pre-parto quando aspettavo Thomas, ci eravamo perse di vista perchè io partorì ben due mesi prima! Ero così dispiaciuta di non aver più nessun contatto con quelle mamme con cui avevo condiviso questo percorso, perchè la chat del gruppo mamme, non era ancora stata creata! Mentre ero in ospedale, in camera da sola da 4 giorni perché lievemente a rischio vita, arrivò una compagna di stanza, Paola, che per degli accertamenti era stata ricoverata, ho recuperato così la chat delle mamme che mi hanno aiutato tantissimo per quell’inizio inaspettato, ma con Paola si è creato un legame che tutt’oggi è prezioso. Mi ricordo quando la sera io e lei non avevamo mai sonno e giravamo per i reparto facendoci rincorrere dalle infermiere per la misurazione dei vari valori di routine. Con lei è stata una degenza meno faticosa! Ma vi domanderete perchè vi racconto questo…bhe ci tenevo a farvi capire il legame che ci unisce, per farvi capire con quanto amore è nato questo mio progetto realizzato con i prodotti di CreativeStudio.

Il mini album è nato per Tommaso, il secondo figlio di Paola e Antonio. E’ stato un secondo figlio molto voluto, e per arrivare a lui c’è stato tanto, tanto dolore! Quel dolore che solo le “mamme” che ci sono passate possono capire. Ma finalmente Tommaso è nato, un bel torello di 3880 Kg per 53 cm in piena salute! A Paola e Antonio scoppia il cuore di felicità, ma anche a me che ho vissuto questa attesa sperando che tutto andasse come doveva andare, incrociando tutto quello che potevo incrociare!

Mi sono dilungata troppo, ma ci tenevo a presentare questo progetto con il giusto preambolo. Vi lascio alle foto e se avete voglia potrete vedere anche un breve video!

Per questo mini album ho utilizzato il solo pad 15x15cm stampato da entrambe i lati, l’ho trovato molto comodo, le fantasie non si sono perse, ed essendo nelle facciate le fantasie differenti si è creato automaticamente  un effetto di diversità tra le pagine, senza troppa fatica! Spero davvero che vi sia piaciuto, vi lascio con un breve video (tra i primi che ho realizzato)!

A presto

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:
Pubblicato il

Un nome in primo piano

Vi siete mai soffermati a pensare a che ruolo importante abbiano i genitori nella scelta dei nomi? …bhe credo sia una grande responsabilità. Gli antichi Romani, e questo lo so perchè mi sono informata giusto per questa occasione, dicevano “Nomen omen” che significa appunto che nel nome di una persona c’è il suo destino. Il nome sarà la prima parola che si pronuncia la mattina e l’ultima alla sera prima di addormentarsi, la si pronuncia (e la si urla) infinite volte nel corso della vita. Questa card nasce proprio per dare valore al nome scelto, il nome di un viaggiatore in arrivo…e il mio rispettivo augurio affinchè scopra quanto può essere meravigliosa questa vita.

Quella con il nome in verticale è la prima che ho realizzato fra le due. Il nome che ci dovevo mettere era “Tommaso” ma non avevo calcolato che questo nome era troppo lungo per la base che avevo già preparato in precedenza. Ho, quindi, optato per mettere il nome “Agata”, nome che avevo scelto, insieme al nome “Thomas”quando ero incinta e ancora non sapevo se avrei avuto un maschio o una femmina. Nome che tutt’ora mi piace un sacco.

In un secondo momento ho realizzato la card con il nome corretto, lavorandola questa volta in orizzontale per far si che il nome rientrasse in tutta la sua completezza, nello spazio. L’ho lavorata anche con colori diversi, sia per l’effetto muro realizzato con un embossing folder, sia per la mattatura.

Ora non ci resta che aspettarlo!…vi do appuntamento al mio prossimo post…perchè le sorprese per Tommaso non sono finite!!

Spero di avervi dato qualche spunto creativo

A presto

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:
Pubblicato il

#Sallo…

 

Ciao bella gente!!!!

Tornati dalle vacanze?…io si..ed anche questa estate è volata…non che mi dispiaccia, io amo l’autunno! amo il suo clima, ma soprattutto i suoi colori e i suoi odori!!

Il progetto che vi mostro oggi è una card con un messaggio nascosto per mio marito, perchè lui SA!

Ma torniamo a noi !Per questo biglietto ho usato solo timbri…che sono il mio tallone di Achille… la mia dipendenza..li amo, tutti..non ne ho mai abbastanza..

La struttura della card è di acetato, l’interno l’ho realizzato utilizzando un foglio di carta acquerellabile che misura 10×14 mattato con del cartoncino nero.

Ho decorato la carta con oxide wild honey , una volta asciutta, ho usato la plancia di timbri “l’inizio” per creare le strisce orizzontali timbrate con oxide black, e con il colore acrilico nero ho creato le macchioline…che non stanno mai male! La scritta #SAPEVATELO fa parte della plancia “giorni meravigliosi”ecco il risultato..

Per la decorazione esterna, ho lavorato direttamente sulla trasparenza dell acetato!

Ho utilizzato il timbro”profumo di primavera”,il fiore è colorato con i distrss ink, volevo dare un po di movimento al fiore, perciò l ho timbrato nuovamente con lo stazon sul vellum, per continuare a giocare con le trasparenze e li ho poi ritagliati! ecco…

Questi sono i vari elementi …adesso bisogna assemblarli

Quando comincio un progetto ho in testa le linee guida…ma non è mai definito, perchè puntualmente durante la lavorazione tutto cambia…

Questa è la card terminata…

spero vi sia piaciuta…a presto

Erica

prodotti utilizzati

Pubblicato il

Kindness matters

Io ADORO i colori, mi affascinano nel vero senso della parola. Mi ipnotizzano.. e passo la vita a collezionarli. Mi piace guardarli. Non so se sia una malattia o che, ma mi capita nel vero senso della parola di perdermi via osservandoli. Esiste qualcuno a questo mondo che non esita a farmi pesare appena le è possibile di non essere riuscita a comprare il vestito della vita perché ha dovuto letteralmente cercarmi all’interno di un grande magazzino poiché io mi ero persa “seguendo” i colori… Quando mi ha ritrovata purtroppo non è stata è più in grado di ritrovare il vestito.. ma vabbé…

Dicevo, a me i colori piacciono davvero tanto, ma trovo davvero molto difficile usarli consapevolmente all’interno dei miei lavori e così mi accorgo che, inconsapevolmente, mi ritrovo ad usare sempre poche tonalità e che alcune rappresentano  la mia confort zone.

Ma anche così è possibile ottenere risultati per nulla piatti. Questo a testimonianza del fatto che non occorre davvero avere chissà quanti e quali prodotti.

Come ad esempio con questa card.

Io sono partita da questo  bellerrimo set di fiori che mi piace un sacco. Ma per prima cosa ho creato uno sfondo “spatasciando” un po’ di Distress Oxide ICED SPRUCE.
Con lo stesso colore ho poi timbrato i miei Papaveri in modo da creare un bordo.

Nonostante ci sia solo un colore, guardate come di fatto lo sfondo è movimentato:

Poi sono passata a colorare i miei fiori. Ho preso due matite semplicissime: un grigio chiaro ed uno più scuro ma abbastanza caldo. Non li ho colorati tutti, solo quelli dal design più pulito ma guardate come vengono fuori. Per dare tridimensionalità ho preso poi una Micron nera ed ho evidenziato di più il centro.

E per dare poi un tocco di luce ho usato dei piccoli cenni di Nuvo … sembra rugiada:-)

Il sentiment l’ho scritto a mano.
Trovo davvero questi fiori  estremamente versatili. Li adoro. Il nome del set è BEAUTIFUL FLOWER e credo che non poteva esserci scelta più azzeccata:-) Insieme al set delle foglie dello scorso inverno é fra i miei preferiti di sempre.

E voi? Cosa ne pensate delle card “tono su tono”?

Grazie per avermi letta.

Alla prossima

M!R

Pubblicato il

Niente è impossibile

Ciao a tutti e ben ritrovati, oggi con un po’ di ritardo sulla tabella di marcia sono a pubblicare il mio progetto per CreativeStudio! Quello di oggi è un progetto speciale, dedicato ad una persona speciale! Mariella è la mia amica creativa, una delle prime che ho conosciuto in questo mondo, fatto anche di virtuale! Con lei ci siamo trovate per caso in un gruppo per l’utilizzo della silhouette cameo e con lei mi sono ritrovata a parlare di tantissime cose! Condividiamo molto oltre alla passione creativa, quotidianamente ci aggiorniamo sul tempo, visto che abitiamo a circa 800 km di distanza, sulla salute della famiglia e dei nostri figli, Thomas e Vittoria sono già promessi sposi hahahah!!! …delle ricette, acquisti, qualche volta anche argomenti più impegnativi come l’educazione dei figli, e le cose magari non piacevoli che ci capitano, insomma seppur lontana, con Mariella è sempre stato bellissimo parlare e condividere con lei questa vita!! …c’è stato un buffo periodo in cui prendevamo il caffè allo stesso orario, e ci mandavamo la rispettiva foto, magari chiacchierando al telefono! Il 2018 me lo sentivo…sarebbe stato l’anno giusto, per cosa direte voi, beh! finalmente io e Mariella ci siamo viste di persona, abbiamo avuto la possibilità di scambiarci quegli abbracci pieni di lacrime, pieni di gioia che ti fanno tornare bambina…quelli che quando è l’ultimo già ti mancano! Non so se ci sono riuscita con il mio progetto ad esprimere tutto questo, ma so che per me questo layout vuol dire tantissimo! Niente è impossibile …la ringrazio ancora per essersi adoperata per riuscire a venire verso di me, alla fine sempre 2 ore di strada si è fatta! Ma ora veniamo al layout ..

La base di questo layout è stata lavorata con il gesso, primo per schiarire il fondo, secondo per far risaltare i colori utilizzati. Le macchie di sfondo infatti sono state realizzate con i distress e ho cercato di riprendere tutti i colori dei die cut che avevo deciso di utilizzare! Ovviamente tutto parte dalla foto, noi nella nostra completa semplicità e felicità…bastava solo scegliere tutte quelle emozioni che abbiamo provato.

Spero che il progetto vi sia piaciuto

a presto

Francesca

PRODOTTI UTILIZZATI:

 

Pubblicato il

L’estate per me…

Ok, fingete per un attimo di essere puffo Quattrocchi ed esclamate con forza insieme a me: IO ODIO L’ESTATE!
Sì, non la sopporto proprio. Non starò qui a tediarvi con il caldo e l’afa, anche se sono punti di discussione mica da ridere, ma  mi soffermerò sulla stanchezza atavica che mi attanaglia.
Io d’estate non riesco ad alzare un dito. Non ce la faccio proprio.  E chi mi conosce almeno un po’ sa che non sto affatto esagerando.
Quindi, in realtà, è la stagione che più non sopporto e che non vedo l’ora che finisca. Io trascorro agosto in attesa di ottobre.

Ma non è sempre stato così! C’è stato un periodo in cui ero gggggiovane ed allora l’estate sapeva di eternità. Di vacanze al mare di tre mesi e di tutte le esperienze che vale davvero la pena ricordare.

Mesi passati a spasso per l’Italia, e non solo, avendo come base il più bello dei luoghi sulla terra: la Puglia.

Se mi ci fermo un attimo l’estate è la stagione più malinconica per me: passo tutto l’anno a correre per lavoro ed in estate quando mi capita di fermarmi un attimo mi accorgo che quella Miranda che riusciva a mettere tutto quello che le sarebbe servito in tre mesi in uno zaino mi manca un po’, ma questa Miranda qui ad agosto ci arriva troppo stanca per prendere in considerazione  l’ipotesi di farsi abbassare la pressione dal mare.

Questa è la scusa che racconto ogni anno alla mia amica Giuseppina, che in Puglia ci vive, quando le dico che  “No, Giù… non  ce la faccio quest’anno, magari l’estate prossima… anzi l’estate prossima di sicuro vengo. Promesso!” …e passarono le estati e passarono gli inverni… gliela racconto da 5 anni circa… vabbé… passiamo alla card, va…

Ho usato un solo elemento del set VIAGGIA E AMA timbrandolo con il distress Antique Linen più volte su carta acquerello. Con una matita marrone ho poi ripreso alcune parti dei miei soggetti per dare tridimensionalità.  Ho usato questi colori per una serie svariata di motivi: il primo è che la colorazione seppia secondo me ben si addice alla sensazione del ricordo. Secondo è una card un po’ malinconica e almeno questi colori sono la mia confort zone. Terzo, sono i colori della terra di Puglia d’estate.

Il testo è stato scritto a mano ed è un verso di una canzone di Jovanotti cantata a modo mio.

Questa card domani parte per il Gargano perché questa volta la mia promessa a Giuseppina gliela scrivo.

Oh.. io ho finito col parlare dell’estate. Dal prossimo post, anche se sarà ancora agosto io inizio a parlare di zucche e lana..

M!R